In camper sul traghetto per la Sardegna: un modo unico di viaggiare

214

Inseguire il sogno di un viaggio itinerante in Sardegna con il camper è certamente molto allettante. Tuttavia, affinché la vacanza si svolga nel migliore dei modi è fondamentale che tutto venga organizzato al meglio, specialmente la traversata via mare. Di fatto, molte compagnie di navigazione offrono il servizio Camping on board, che prevede la possibilità di rimanere nel proprio veicolo (camper o roulotte) durante tutto il trasferimento, risparmiando così i soldi necessari per la prenotazione di una cabina o di una poltrona. Tuttavia, ai passeggeri è comunque consentito usufruire di tutti i servizi messi a disposizione dalla nave veloce, come bar, ristoranti, palestre, solarium, intrattenimento musicale e così via. Vuoi prendere il traghetto in camper per la Sardegna? Ci sono alcuni aspetti importanti da considerare. Camping on board: procedure d’imbarco Le procedure di imbarco previste per coloro che viaggiano con la formula Camping on board non differiscono da quelle necessarie per il normale trasporto di camper, auto o moto, con la differenza che il veicolo viene posizionato non nella stiva della nave, bensì in una zona apposita (garage open deck), posta all’aperto. Risulta, quindi, evidente il motivo per cui tale servizio viene garantito solo durante i mesi estivi. In questo periodo, infatti, le temperature, ma soprattutto le condizioni del mare sono certamente più favorevoli. Tuttavia, nell’ottica di voler ottimizzare il più possibile lo spazio open deck, che è limitato, tutti i camper vengono disposti su più file ordinate e parallele, facendo attenzione ad assicurare l’uscita e l’entrata ai veicoli. A conti fatti si tratta di una sorta di campeggio, che viene attuato, però, su di una nave e che consente di godere di un’incantevole vista che si affaccia sul mare, anticipando le meraviglie di cui la Sardegna è famosa in tutto il mondo. Regole per la traversata in traghetto a bordo del camper Durante tutta la traversata, le compagnie di navigazione, che mettono a disposizione il servizio open deck garantiscono la fornitura di energia elettrica, mentre non è consentito allacciarsi alla rete idrica. Per tanto, prima dell’imbarco è fondamentale assicurarsi che il proprio serbatoio contenga acqua sufficiente per tutto il viaggio. Inoltre, non è consentito svuotare il deposito delle acque sporche, poiché a bordo non esistono punti appositamente attrezzati per la raccolta e per lo smaltimento degli scarichi. É bene ricordare, poi, che nonostante i camper siano sistemati all’aperto, è vietato utilizzare apparecchi a gas, in modo da non violare le norme di sicurezza previste, che permettono di garantire una permanenza sicura a bordo delle navi veloci. Tuttavia, è consentito tenere a bordo animali domestici (non esotici), il che è sicuramente un grande vantaggio per coloro che non vogliono separarsi dai propri amici a 4 zampe nemmeno in vacanza. Ovviamente, è fondamentale portare con sé la certificazione veterinaria di buono stato di salute e dimostrare che siano state eseguite tutte le principali vaccinazioni e profilassi. In più, è necessario che i padroni non lascino scorazzare liberi per il traghetto gli animali, in quanto potrebbero arrecare fastidio agli altri passeggeri.