Tria replica a Salvini e Di Maio: l’indipendenza di Bankitalia va difesa

Non tema di esporsi Giovanni Tria. Il Ministro dell’Economia replica a Luigi Di Maio e a Matteo Salvini. L’indipendenza di Bankitalia “va difesa, mi sono già espresso”. Il suo intervento arriva all’indomani delle dichiarazioni del ministro dell’Interno e quello dello Sviluppo economico che avevano chiesto “discontinuità” alla guida dell’Istituto.

Il Ministro è intervenuto dopo che il governo ha alzato il tiro della sua “guerra” ai tecnici e punta dritto contro l’intero sistema di vigilanza italiano. Nel Cdm di giovedì si è consumato lo scontro tra Luigi Di Maio e il duo Giancarlo Giorgetti-Giovanni Tria sulla conferma di Luigi Federico Signorini. I soci di maggioranza puntano alla poltrona di direttore generale di Bankitalia, occupata fino a maggio da Salvatore Rossi.

Il direttore generale, dopo il governatore, ricopre il ruolo più influente in Bankitalia. La presidenza dell’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni. Non c’è, al momento, un nome per la successione a Rossi. Ma da qui ad maggio lo si troverà, con o senza ulteriori tensioni tra M5s e Lega.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin