Bolzano. Assistenza all’infanzia: impegno per il benessere delle famiglie

Il nuovo sistema provinciale di finanziamento dell’assistenza all’infanzia che si basa su un calcolo orario deve consentire lo sviluppo quantitativo e qualitativo di questa assistenza e migliorare quindi la conciliabilità tra i tempi di lavoro e quelli dedicati alla famiglia. “Abbiamo lavorato a lungo a questo nuovo modello per renderlo flessibile e vicino alle esigenze di tutti”, afferma l’assessora provinciale alla famiglia, Waltraud Deeg.

La regolamentazione prevista per le ferie e la malattia ha sollevato riserve da parte dei genitori, si stanno quindi cercando modalità di miglioramento. “Dato che attribuiamo grande importanza sia alla soddisfazione dei genitori che a quella del personale che opera nelle strutture abbiamo ascoltato le critiche con grande attenzione”, spiega Deeg. L’assessora ha quindi avuto due incontri rispettivamente con un gruppo di genitori che hanno promosso una petizione online e con le rappresentanti delle cooperative sociali delle Tagesmutter e delle microstrutture per l’infanzia (Kitas). Nel corso del primo incontro l’assessora ha illustrato nel dettaglio il sistema di finanziamento e le modalità che hanno portato alla definizione dei relativi regolamenti.

Nel secondo incontro è stata analizzata e discussa la situazione ed è emersa l’esigenza comune di tener conto delle istanze e delle riserve espresse dai genitori in merito alla regolamentazione delle ferie e della malattia. A questo scopo l’assessora valuterà nuovamente con l’Avvocatura della Provincia ed il Consorzio dei Comuni i regolamenti in vigore alla ricerca di una soluzione che vada incontro alle esigenze espresse dai genitori. “Auspico che si possa adeguare i regolamenti affinché corrispondano al loro obiettivo prioritario, cioè il benessere delle famiglie” conclude l’assessora Deeg.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin