Scandale. Omicidio a Corazzo: Giovanni Lucante ucciso da Giovanni Voce

Ha confessato il trentenne accusato di avere ucciso Giovanni Lucante. L’agricoltore di 37 anni è stato assassinato al culmine di una litigio nella frazione Corazzo del Comune di Scandale in provincia di Crotone. L’omicidio è avvenuto a colpi d’ascia in campagna.

Il movente sarebbe legato a motivi passionali. Ad ucciderlo è stato Giovanni Voce, 31 anni di Corazzo, che ha confessato il delitto. L’omicidio sarebbe avvenuto nella serata del 17 gennaio. La famiglia della vittima, infatti, aveva chiesto l’intervento dei Carabinieri della stazione di Scandale segnalando la scomparsa dell’uomo che non era rientrato a casa.

I militari avevano ricostruito i movimenti di Lucante ed erano arrivati a parlare con un amico con il quale si era incontrato. Sentendosi il fiato addosso Voce ha confessato l’omicidio portando i carabinieri sul luogo del delitto nella campagna di Sant’Anastasia facendo ritrovare il cadavere. A quanto pare l’omicidio non sarebbe avvenuto nel luogo del ritrovamento del corpo, ma in un’altra zona. Dopo un litigio Voce ha colpito Lucente con due colpi di ascia alla gola uccidendolo e poi ha spostato il cadavere. Voce è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai Carabinieri.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin