Lunigiana, una regione senza tempo

La Lunigiana, dal latino Lunensis Ager, è una regione italiana divisa amministrativamente tra le regioni di Toscana e Liguria.

Deriva il proprio nome dalla città romana di Luni, sorta alla foce del fiume Magra, vicino alla attuale Sarzana. La città divenne il porto più importante del Mar Ligure e quindi dal nome si connotò completamente la regione del territorio che la circondava.

La Lunigiana comprende nel suo territorio le province di La Spezia e Massa Carrara, ed è un territorio che comprende sia mare che montagna, perchè è estesa dal Mar Tirreno fino alle Alpi Apuane. Data l’eterogeneità del territorio, è pregna di paesaggi naturali, e data l’antichità di origine e le epoche storiche che ha attraversato, è anche molto densa di luoghi di interesse storico e culturale da visitare.

La divisione del tipo di territorio fra montagna e mare rende anche il clima molto vario, adatto agli amanti del clima mite ma anche ideale per chi ama il clima fresco e montano.

La regione della Lunigiana è composta da quattordici comuni e borghi, racchiusi tra castelli e valli, pieni di storia.

Il tratto caratteristico di questa zona è dato dal numero elevato di chiese e abbazie, che partono da Pontremoli fin su vicino a Sarzana, e delineano il percorso che da Canterbury ha portato fino ad arrivare a Roma.

Un’altra caratteristica importante sono gli importanti musei presenti sul territorio, come il Museo delle Statue Stele, racchiuso e mostrato nel fantastico e gotico Castello del Piagnaro a Pontremoli, e altri.

Un punto di partenza per un fine settimana da passare in Lunigiana è Montignoso, un antico borgo che ospita un vecchio mulino del settecento che è divenuto un oasi di relax. Un altro modo per iniziare il weekend di relax è percorrere a piedi o a cavallo i percorsi e i sentieri della regione che portano al borgo di Fivizzano e al suo Castello Aghinolfi, oppure a Verrucola

Numerose sono le feste, fiere e sagre, soprattutto enogastronomiche, presenti tutto l’anno in questa parte d’Italia.

Tanti sono i prodotti tipici del territorio lunigianese da assaggiare, come il pane di Podenzana, i testaroli e le focaccette di Aulla.

Anche i salumi sono il fiore all’occhiello della Lunigiana, tra i quali possiamo decantare la spalla cotta, il culatello, e molti altri, e le carni come il filetto.

I comuni che sono compresi in questa regione senza tempo sono: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana
Zeri.

Oltre ad essere una zona di interesse storico e turistico, nelle varie epoche data la sua estensione e caratteristica morfologica e posizione strategica è stata obiettivo di conquiste e lotte interne fra molte famiglie abbienti del periodo medievale Italiano. Fra le famiglie che si sono succedute nei vari periodi in località della Lunigiana possiamo ricordare la famiglia dei Medici, e quella dei Malaspina, signori che hanno abitato per moltissimi anni il territorio lunigianese.

Ma la Lunigiana non è solo da raccontare, si fa prima a viverla, a percorrerla e respirare la sua storia passeggiando per la via Francigena e gustando i sapori e i profumi dei luoghi che la caratterizzano, rilassandosi in borghi senza tempo.

Se volete approfondire ulteriormente i luoghi e i punti d’interesse storico e culturale della Lunigiana, visitate Agriparadiso, che racconta tutto ciò che c’è di meglio da visitare in questi luoghi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin