I pneumatici 4 stagioni si possono usare anche in caso di neve?

Le temperature rigide fanno tornare di grande attualità il tema della sicurezza stradale e soprattutto dei pneumatici. Ci sono diversi italiani che mettono al primo posto il viaggiare sicuri in auto, tantissimi automobilisti sensibili alla cura della propria vettura. Rispettare le regole, infatti, non fa evitare solo le multe, ma anche possibili incidenti.

C’è anche una categoria di automobilisti, invece, che tende ad ignorare le regole, a sottovalutare il rispetto delle più comuni norme di sicurezza. Nonostante nel 2019 le informazioni siano raggiungibili da chiunque, spesso ancora si tralascia di cambiare le gomme estive con quelle invernali o di portare le catene a bordo. Quando però scatta l’emergenza, anche questa categoria di automobilisti “sbadati”, deve correre ai ripari.

In tanti optano per i pneumatici 4 stagioni. Si possono usare in caso di neve? Su sacconblog.it si trovano tutte le risposte a queste domande. Saccon Blog è il portale numero uno in Italia sui pneumatici e gomme, rappresenta una valida guida alla scelta. Qui è possibile approfondire e comprendere le differenze e così apprendere come viaggiare sicuri.

Pneumatici 4 stagioni e non solo: facciamo chiarezza

Qualsiasi pneumatico si possegga è sempre bene verificarne lo stato. Se necessario bisogna sostituirli con altri più idonei. Quali sono le differenze tra gomme invernali, estivi e all season?

Per chi usa l’auto soprattutto in un condizioni climatiche estive e comunque con temperature al di sopra dei 7°, l’ideale è il pneumatico estivo sia in condizioni di asciutto sia di bagnato. Se invece si viaggia in condizioni di ghiaccio e neve, comuni in particolare durante il periodo invernale, è consigliabile sostituire a tempo debito il pneumatico estivo con quello invernale. Se poi non si hanno particolari esigenze di prestazioni si può optare per le gomme 4 stagioni. Esse sono pratiche e rappresentano una via di mezzo tra le due tipologie.

Di solito i pneumatici estivi hanno pochi intagli e si trovano grandi canali che servono ad evacuare l’acqua quando piove. Invece le gomme invernali hanno sculture più intagliate. Lo scopo è di creare delle lamelle che aumentano gli spigoli che assicurano maggiore aderenza al suolo in caso di ghiaccio. Le gomme all season sono una via di mezzo, hanno tagli intermedi per quantità e beneficiano delle tecnologie dell’una e dell’altro.

Pneumatici invernali, estivi e all season: come distinguerli

I pneumatici invernali hanno impresso il simbolo M+S che sta per fango e neve. Questo però non assicura prestazioni invernali di elevato livello. Infatti il fabbricante non ha alcun obbligo di test standardizzato. Per andare sul sicuro è necessario trovare un altro logo, in aggiunta a M+S. Serve la montagna a tre cime con un fiocco di neve all’interno. Il simbolo è presente soltanto se il pneumatico è omologato per condizioni invernali severe. Questa gomma viene sottoposta ad un test europeo sulla neve. Solo questo simbolo attesta la massima sicurezza invernale.

Una volta concluso l’inverno è indicato riporre i pneumatici invernali e montare quelli estivi. Infatti lo spazio di frenata aumenta in particolare in caso di emergenza. In più si è penalizzati anche a livello di consumo di carburante perché assorbe maggiore energia e richiede più sforzo.

C’è anche il pneumatico estivo con certificazione invernale. Questo ha prestazioni superiori a quello all season. Può essere impiegato in ogni condizione meteo. Unisce le caratteristiche delle migliori gomme Michelin sia invernali che estive e offre un pneumatico che anche in condizioni invernali assicura in frenata e in accelerazione sulla neve le stesse performance dei pneumatici invernali.

Tuttavia se si affrontano situazioni di neve frequenti o si abita in zone montuose, è bene fare il cambio. Quando ci sono ghiaccio e neve per diverse settimane, è sempre preferibile la sostituzione delle gomme estive con quelle invernali, che forniscono maggiore aderenza al suolo e uno spazio ridotto di frenata.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin