Formentera: tra sogno e realtà

Formentera, chi non l’ha mai sentita nominare? Piccola perla situata nell’arcipelago delle Baleari, questo fazzoletto di terra è in grado di regalare emozioni uniche ed indimenticabili.

Circondata da un mare cristallino e soleggiata per 12 mesi l’anno è la meta preferita di chi è alla ricerca di un luogo paradisiaco a breve distanza da casa. In questo articolo vi daremo le indicazioni necessarie per pianificare la vostra vacanza! Per prima cosa dovrete prenotare un volo per Ibiza, (poiché a Formentera non ci sono aeroporti ed è quindi raggiungibile esclusivamente via mare) dall’aeroporto recarvi al porto e, con soli 30 minuti di traghetto, arriverete nella magica isola. Il nostro consiglio è di prenotare anticipatamente anche un appartamento a Formentera in modo da non dover ricorrere a soluzioni last-minute, spesso poco convenienti per la qualità ed il prezzo proposto. Anche l’auto o il motorino sono prenotabili prima dell’arrivo, ed è fortemente consigliato per evitare di rimanere senza!

Una volta che avrete risolto questa “fase burocratica” non vi resta che fare il countdown per la vostra partenza!

Chi vi approderà per la prima volta resterà meravigliato dal suo profumo. Perchè Formentera ha un odore vi domanderete??! Ebbene si, un profumo intenso di pini, ginepri, rosmarino ed altre piante aromatiche vi accoglierà al vostro arrivo e non vi abbandonerà fino all’ultimo giorno.

La flora dell’isola è infatti curata e scrupolosamente preservata dal Consell Insular di Fomentera e, l’aspetto selvaggio e brullo, che ancora si può ammirare in alcune zone vi proietterà in un tempo lontano in cui l’isola era terra di agricoltori e pescatori. A testimonianza delle sue origini potrete ancora ammirare qualche mulino, utilizzato in passato per la macinazione del grano ed i vari scali di carenaggio per le barche, situati vicino al mare ed ancora oggi utilizzati.

La bellezza di Formentera risiede anche nel fatto che non necessita di guide o consigli particolari, sarà lei ad ispirarvi e voi a perdervi nella sua bellezza. Sarà bello scoprire la vita placida di Sant Francesc Xavier al mattino, magari facendo colazione in uno dei tanti bar della piazza dove potrete ammirare anche la piccola chiesa bianca oppure fare un gustosissimo brunch al Cafè Matinal, storico locale di Formentera.

Dirigetevi poi nella penisola di Es Trucadors, una lingua di sabbia sfuggita al mare e decidete, in base al vento, se andare nella spiaggia di Ses Illetes o dall’altra parte, nella spiaggia di Levante. Visitate poi la frastagliata Migjorn, la spiaggia di mezzogiorno, ricca di calette dove scattare foto uniche; pranzate con un hamburgher dal mitico Bartolo (vicino Calò des Morts) e la vita vi sembrerà tutta in discesa!

Vista aerea della spiaggia di Ses Illetes

Ma Formentera non è solo vita da spiaggia: non dimenticate di visitare i due rinomati fari di La Mola e di Cap de Barbaria: su questi due promontori lasciate che lo sguardo si perda nell’impercettibile confine tra mare e cielo; curiosate instancabilmente nei mercatini in cerca di un monile o un souvenir che vi ricordi l’isola. La sera sarà bello abbandonarsi all’atmosfera scanzonata di Sant Ferran, storica meta hippie; qui sarà d’obbligo una tappa all’osteria Fonda Pepe: una vera e propria istituzione dell’isola.

Infine, una delle cose che più vi mancheranno al vostro rientro saranno sicuramente gli aperitivi in spiaggia:  sorseggiare un mojito, magari al celebre Piratabus, davanti ad un tramonto mozzafiato sarà una delle esperienze che più vi emozioneranno.

Una leggenda narra che, dopo la prima vacanza, si rimanga come stregati, sedotti ineluttabilmente da questa isola. Provare per credere!

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin