Reggio Emilia. Bimba di otto anni morta su una pista sul Corno del Renon

Tragedia sulle Alpi Sarentine (Bolzano). Una bimba di 8 anni è morta a seguito di un incidente su una pista sul Corno del Renon. La piccola si trovava a bordo di una slitta insieme alla madre, che ha perso il controllo del mezzo ed è finita contro un albero. La piccola è morta sul colpo. Invece la madre ha subito un politrauma ed è stata intubata e portata in ospedale dove versa in gravissime condizioni. Sono intervenuti anche il soccorso alpino e i Carabinieri.

La donna aveva noleggiato una slitta. Le due sono scese alla stazione a monte dell’impianto di risalita invece di fermarsi alla stazione intermedia. A quel punto si sono trovate di fronte tre piste e hanno imboccato, per errore, quella “nera”, molto ripida e proibita a chi pratica lo slittino. Dopo il primo muro con una pendenza del 40% hanno preso velocità e si sono schiantate contro un albero. La piccola era figlia di turisti provenienti da Reggio Emilia, venuti in Alto Adige per trascorrere un periodo di vacanza. Il padre le stava aspettando a fine pista.

“E’ verosimile che non abbiano visto i cartelli di divieto per gli slittini che ci sono all’inizio della pista da sci”, spiega il responsabile del soccorso alpino del Renon e di Barbiano, Gottfried Fuchsberger. “Una volta imboccata la pista il loro slittino deve aver preso una tale velocità e non è stato più possibile fermarne la corsa. Le piste da sci sono assolutamente proibite per gli slittini, perché troppo ripide. Chi ci finisce con la slitta non ha scampo”, spiega Fuchsberger.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin