Ovadese di 53 anni trovato morto in un prato a lato dell’ex statale 456 del Turchino

210

Un cadavere in un campo. E’ stata una telefonata ai vigili del fuoco proveniente dal passeggero di un treno in transito a Ovada. Così si è scoperto il corpo di un uomo di 53 anni, ovadese, trovato poco dopo le 13 di oggi in un prato a lato dell’ex statale 456 del Turchino alle porte della città, tra la rotonda per Belforte e il primo passaggio a livello della linea Acqui-Genova, direzione Rossiglione. Ancora ignote le cause del decesso. Il cadavere era nell’erba tra la strada e la ferrovia. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco. Da un primo esame del medico legale sembra esclusa la morte naturale. Sul posto sono arrivati gli uomini della Scientifica e il magistrato della Procura di Alessandria Eleonora Guerra. La vittima potrebbe essere stata investita e il corpo abbandonato nel campo. Un’ipotesi, non l’unica al momento, che le indagini dei Carabinieri dovrà chiarire. Chi era la vittima (leggi qui).