Ovadese di 53 anni trovato morto in un prato a lato dell’ex statale 456 del Turchino

Un cadavere in un campo. E’ stata una telefonata ai vigili del fuoco proveniente dal passeggero di un treno in transito a Ovada. Così si è scoperto il corpo di un uomo di 53 anni, ovadese, trovato poco dopo le 13 di oggi in un prato a lato dell’ex statale 456 del Turchino alle porte della città, tra la rotonda per Belforte e il primo passaggio a livello della linea Acqui-Genova, direzione Rossiglione.

Ancora ignote le cause del decesso. Il cadavere era nell’erba tra la strada e la ferrovia. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco. Da un primo esame del medico legale sembra esclusa la morte naturale.

Sul posto sono arrivati gli uomini della Scientifica e il magistrato della Procura di Alessandria Eleonora Guerra. La vittima potrebbe essere stata investita e il corpo abbandonato nel campo. Un’ipotesi, non l’unica al momento, che le indagini dei Carabinieri dovrà chiarire. Chi era la vittima (leggi qui).

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin