Al posto di Danilo Toninelli arriva un leghista

Matteo Salvini punta a piazzare un suo uomo in un ministero di peso come le Infrastrutture. Questo potrebbe aiutare la Lega a neutralizzare il M5s sulle grandi opere. Il mondo produttivo del Nord sta scaricando i leghisti complici del grillismo disfattista. I grillini stanno boicottando Tav, Tap e qualunque opera strategica per favorire le imprese e il bene dell’Italia.

Danilo Toninelli da Il Giornale viene definito “incompreso ministro delle Infrastrutture ormai prigioniero del suo personaggio di gaffeur impenitente”. Sarà lui il primo a saltare. Al suo posto arriverà un leghista.

Oltre a Toninelli tra i partenti c’è la grillina Giulia Grillo “di casa con gaffe e scivoloni” scrive il quotidiano. “Non è affatto escluso che gli equilibri possano essere rivisti nel caso davvero Giovanni Tria stia pensando di lasciare via XX settembre” argomenta il Giornale. Matteo Salvini lascerebbe ai grillini la scelta del nuovo ministro dell’Economia.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin