Crotone calcio, si è dimesso il tecnico Massimo Oddo. Torna Giovanni Stroppa

413

“Il Football Club Crotone comunica che nella giornata odierna Massimo Oddo ha presentato le proprie dimissioni da allenatore della Prima squadra. Nel ringraziare mister Oddo per l’impegno profuso la società gli augura un caloroso prosieguo della sua carriera”. Fatale al tecnico Oddo l’ultima pesante sconfitta casalinga contro lo Spezia. Dopo sette partite e solo due punti conquistati, si è interrotto il rapporto con la squadra attraverso le dimissioni. Al suo posto torna Stroppa esonerato dopo il pareggio interno con la Salernitana (nona giornata) e tre vittorie conquistate in precedenza contro Foggia, Livorno, Padova. La posizione in classifica, terzultimo posto, lo spessore della squadra formata da molti giocatori della massima serie, erano gli ingredienti per un campionato vincente. Sotto la guida tecnica di Oddo tutto questo non stava avvenendo e dalla prossima partita esterna con l’Ascoli, ultima del girone d’andata, la squadra torna ad essere diretta da Stroppa. Molto lavoro attende il “nuovo” tecnico per rimettere in sesto una squadra allo sbando. Contro lo Spezia ha raggiunto il livello più basso tecnicamente. Nelle ultime sette partite accumulate cinque sconfitte (due in casa contro Cosenza e Spezia) e due pareggi per un totale di solo due punti conquistati, tre gol segnati e dodici subiti. Mister Stroppa conosce bene tutti gli attuali pitagorici, sa il ruolo di ognuno e cosa possono dare in campo. Contro l’Ascoli domenica trenta dicembre ore 15.00 sul terreno del Cino e Lillo Del Duca nessuno si può sottrarre al proprio impegno. Il Crotone è la terza squadra della serie B come indennità di stipendi. Chi sarà chiamato a scendere in campo deve giocare col coltello tra i denti ed onorare la maglia che indossano. È un obbligo morale e materiale nei confronti di tutta la tifoseria e della società che non si è mai tirata indietro per un Crotone competitivo. Cordaz, Faraoni, Sampirisi, Martella, Nalini, Rohden, Stoian, Benali, Budimir, Simy, facciano un bagno di umiltà e giochino pensando ad una finale di Champions League in ogni prossima partita che il Crotone dovrà disputare. Il tempo a disposizione per invertire la rotta dei risultati negativi non manca.