Serie BKT ancora un tripletta subita dal Crotone contro lo Spezia. Squadra contestata a fine partita.

154

Crotone  0

Spezia    3

Marcatori: 11° De Francesco, 77° Pierini, 89° Pierini

Crotone (4-3-3): Cordaz, Golemic, Vaisanen, Sampirisi, Vailetti, Molina, Zanellato, Barberis (Stoian), Martella (Firenze), Simy (Nalini), Budimir. All. Oddo

Spezia (4-3-3): Lamanna, De Col, Terzi, Capradossi, Crivello, Bartolomei, Ricci, De Francesco (Mora), Vignali, Gyasi (Giudjhonsen), Bidaoui (Pierini). All. Marino

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1

Coll. Cipressa – Opromolla

Quarto giudice: Mario Vigile di Cosenza

Ammoniti: Vignali, Crivello, Molina

Angoli: 4 a 3 per il Crotone

Repero: 1 e ? minuti

Spett. tot. 5.559 € 39.946; biglietti 1.395 € 9.879; abbonati 4.164 rateo € 30.067

Nel mondo del calcio la vittoria è un frutto proibito per il Crotone di Oddo. Contro lo Spezia un’altra brutta serata è stata vissuta dai tifosi pitagorici e non per il freddo. Ma per quanto hanno dovuto vedere in campo nel corso dei novanta minuti più recupero. Trattandosi di giocatori (quelli pitagorici) con recente militanza in serie A, sarebbe il caso, da parte dei tifosi, chiedere agli stessi giocatori il rimborso del biglietto per il misero spettacolo andato in scena. Una rappresentazione che si ripete dall’inizio della stagione pur cambiando il regista. In ogni caso finché la logica pitagorica non emette il suo verdetto, occorre guardare avanti e pensare positivo.

Il tunnel da percorrere per uscire dai play-out è ancora lungo e non è dato sapere quando la squadra di mister Oddo potrà vedere la luce.

Il seguito alle prossime giornate ed a ciò che intende fare la società al prossimo calciomercato di gennaio.

Contro lo Spezia ancora una diversa formazione allestita da Oddo. Dentro i difensori Valietti, Vaisanen e gli attaccanti Molina, Simy. fuori Faraoni, Rohden, Firenze, Stoian, modulo 3-5-2.  

Mister Marino non potendo ancora disporre di Galabinov, Okereke, Maggiore, ha schierato gli stessi sette/undicesimi della formazione che ha pareggiato (1-1) in casa col Palermo. Le novità hanno riguardato l’ingresso di Crivello, De Francesco, Terzi e l’ex Bidaoui in sostituzione di Gyasi, Augello, Mora, Pierini. Modulo iniziale 4-3-3  con De Col e Crivello difensori esterni, Terzi e Capradossi centrali. Ricci mediano  centrale, Bartolomei e De Francesco centrocampisti. Gyasi punta centrale, Vignali e Bidaoui esterni. Crotone privo di idee fin dall’inizio con giocate al rallentatore. In queste condizioni è stato facile per i liguri leggere il gioco avversario. Bidaoui sulla fascia sinistra ha spaziato a suo piacimento. Noia assoluta i primi diciotto minuti ma non per lo Spezia che in questo minuto passa in vantaggio con De Francesco (primo gol in serie B) con un perfetto tiro da fuori area. Solitamente il gol scuote la squadra che lo subisce. Ciò non avviene per il Crotone che continua ad essere inesistente in area avversaria. L’unica azione degna di nota al minuto trentaquattro con Simy che da fuori area obbliga il portiere avversario ad una difficile respinta in angolo. De Francesco, Vignali, Gyasi, Bidaoui hanno sempre avuto la meglio nei confronti dei rispettivi avversari. Diverso l’atteggiamento dal fronte opposto dove Simy, Budimir, Zanellato e Barberis non hanno mai creato alcuna difficoltà allo Spezia. Questo il Crotone del primo tempo. Un piccolo sussulto di orgoglio nella ripresa con l’ingresso di Firenze al posto di Martella per motivi fisici ed in seguito con l’entrata in campo di Stoian al posto di Barberis (il giocatore sembra entrare in campo già pdivo di idee) e Nalini in sostituzione di Simy. Nessuno si accorge del buon momento del Crotone giacché dura poco. Al minufo sessantadue miracolo di Cordaz su De Francesco ed al minuto settantacinque altro salvataggio del portiere pitagorico su Pierini. Il ligure non fallisce il raddoppio al minufo settantasettesimo. È notte fonda per il Crotone  che da domani sicuramente non sarà più del tecnico Oddo. Terzo gol ancora da parte di Pierini al minuto 88. Spezia in zona play-off guarda con fiducia il prosieguo del campionato. Forte conteztazione del pubblico locale a fine partita.