Per la morte di Rosanna Ida Colia, Michele Bravi indagato per omicidio stradale

360

Si dice “sconvolto” Michele Bravi. Giovedì sera alla guida della Bmw del car sharing Drive Now il cantante ha provocato l’incidente costato la vita a Rosanna Ida Colia. In base alla ricostruzione dei ghisa, è stata la sua manovra, un’inversione di marcia vietata in via Chinotto, a causare lo schianto con la Kawasaki verde guidata dalla Colia. Vani i soccorsi, la motociclista è stata dichiarata morta alle 20.50 al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo, un’ora dopo il terribile impatto con la fiancata dell’automobile. Il cantante, ex X Factor e quarto al festival di Sanremo 2017, ha annullato tutti gli impegni in calendario nelle prossime settimane. Attorno alle 19.50, l’artista al volante della Bmw Drive Now avrebbe effettuato un’inversione in via Chinotto, dalle parti di via delle Forze Armate, invadendo la carreggiata opposta proprio nel momento in cui stava arrivando la Kawasaki guidata da Rosanna Ida. La Polizia locale del Radiomobile, intervenuti sul posto insieme ai sanitari del 118, hanno ascoltato la sua versione dei fatti e l’hanno sottoposto ai test sull’assunzione di alcol e stupefacenti, risultati entrambi negativi. Il ventenne è stato indagato per omicidio stradale e immediatamente sanzionato per la violazione al Codice della strada. Le indagini dei vigili sono ancora in corso per accertare con esattezza la dinamica dell’accaduto. Gli accertamenti investigativi si stanno concentrando anche sulla velocità alla quale stava viaggiando la moto della donna per capire se fosse o meno nel limite dei 50 chilometri orari fissato per i centri abitati. Non sembrano esserci molti dubbi sul fatto che la responsabilità dell’incidente vada attribuita al conducente dell’auto e alla manovra vietata in quel punto della strada. Rosaria Ida Colia