Sarà procedura di infrazione per deficit eccessivo: l’Italia rischia grosso

Sarà un Natale amaro per gli italiani grazie al Babbo Natale grillino. La Commissione europea ha bocciato definitivamente la manovra italiana. E’ stato rigettato il documento programmatico di bilancio del governo per il 2019.

L’esecutivo comunitario parla di “violazione particolarmente grave” delle regole di bilancio e ha anche adottato il rapporto sul debito, aprendo la strada a una procedura per deficit eccessivo nelle prossime settimane. “La nostra analisi – scrive la Commissione – suggerisce che il criterio del debito deve essere considerato non rispettato. Concludiamo che l’apertura di una procedura per deficit eccessivo basata sul debito è quindi giustificata”.

Stando almeno a quanto si apprende da fonti Cinque Stelle a Palazzo Chigi, il governo intende fornire una dettagliata spiegazione degli obiettivi e dei parametri contenuti nella legge di bilancio ma senza comunque apportarvi modifica alcuna. Il premier Conte dice che il governo italiano è convinto della solidità dell’impianto della manovra ed è pronto a spiegare nel dettaglio a Juncker la manovra e il suo senso, “al di là dei numerini”. Perché, si ribadisce, “i nostri economisti la ritengono adeguata”.

“Alla Ue risponderemo educatamente” è il commento di Salvini, sostenitore della linea del “confronto e non dello scontro”. “Arrivata la lettera? Tanto mi aspettavo anche quella di Babbo Natale” ha scherzato il vice premier. “A Bruxelles sono grafomani che passano il tempo a fare letterine che non facevano quando c’erano manovre economiche che danneggiavano il paese”.

Ma non c’è nulla su cui scherzare in realtà. Secondo le stime del ministero dell’Economia e delle Finanze, le eventuali sanzioni imposte dall’Ue per eccessivo deficit potrebbero portare un aggravio alle casse dello Stato fino a 20 miliardi di euro.

Lascia un commento