Come trovare il dominio migliore per il proprio sito

556

La scelta del dominio è una delle incombenze di cui ci si deve occupare in previsione della creazione di un sito web. Ciò implica, tra l’altro, l’individuazione di una estensione adeguata, che deve essere in linea con il pubblico a cui ci si vuol rivolgere per favorire l’adesione del numero più elevato possibile di clienti. Dopo che è stata selezionata l’estensione principale, arriva il momento di registrare tutte le altre estensioni che servono non solo a proteggere il marchio, ma anche a difendere la sua reputazione. Può essere utile esplorare la Rete per avere un’idea dei competitor con cui si avrà a che fare: sapendo in che modo agisce la concorrenza, diventa più semplice riuscire a distinguersi tramite un posizionamento unico. Se si ha in mente di guardare anche verso l’estero, si può già cominciare a pensare di prenotare le estensioni relative ai Paesi in cui si vuol andare per ampliare il proprio business. Essere previdenti e ottimisti non è mai un male: non è necessario aspettare di crescere per mettere nel proprio domain paking le varianti di estensioni e di nomi di dominio che potrebbero servire in un prossimo futuro. L’importanza del nome dominio Nel momento in cui ci si accinge ad acquistare un dominio, è bene essere consapevoli del fatto che il nome di un dominio è una sorta di porta di accesso verso il sito web: per questo motivo, deve risultare facile da pronunciare e al tempo stesso semplice da scrivere, anche per poter essere memorizzato senza difficoltà. Nel caso in cui si opti per un nome eccessivamente complesso, non solo si rischia di generare confusione, ma si rende difficoltosa la ricerca del sito sui motori di ricerca. Non solo: più un nome è semplice e creativo e più si potrà diffondere grazie al passaparola. Un nome intuitivo e memorabile Un discorso simile vale, ovviamente, per tutti i nomi, inclusi quelli di brand, di aziende, di servizi o di prodotti che devono essere lanciati sul mercato. Nella scelta di un nome dominio, in particolare, occorre pensare al modo in cui esso dovrà e potrà essere assimilato: sarà bene pensare al senso. Le parole chiave, se combinate con intelligenza, possono offrire un grande aiuto da questo punto di vista, oltre che per il posizionamento sui motori di ricerca. Le keyword strategiche consentono di precisare l’ambito in cui si opera o le attività a cui ci si dedica. A che cosa serve un nome dominio? Sono numerosi gli obiettivi che possono essere raggiunti con la scelta oculata di un nome dominio: per esempio, è possibile ricentrare il proprio pubblico, oppure fidelizzarlo, o ancora ampliarlo. Accanto al nome si può ipotizzare di indicare un’area geografica, così da circoscrivere il bacino di utenza, ma se lo scopo è quello di mirare a una platea più numerosa non c’è niente di più adatto di un nome generico. Per ottenere le visite di utenti interessati può essere utile tenere conto delle ricerche degli internauti su Google. Ovviamente, a volte può capitare che il dominio su cui si è deciso di puntare risulti già occupato. Questo inconveniente non deve essere inteso come un imprevisto, ma anzi come un’opportunità da cogliere al volo, una sfida da affrontare per trovare un nome ancora più efficace. Il nome è decisivo nel rafforzare e consolidare l’immagine di marchio; e a volte può essere sufficiente individuare una diversa estensione per trovare una soluzione al problema senza perdere troppo tempo.