Montopoli. Ucciso in casa il perito meccanico Giuseppe Marchesano

Almeno tre colpi alla testa e altri sul corpo. E’ stato ucciso così a soli 27 anni Giuseppe Marchesano a Casteldelbosco, nel comune di Montopoli Valdarno. Giuseppe, perito meccanico, lavorava per un’azienda tedesca. Il suo corpo senza vita è stato trovato dagli amici. Sul corpo c’erano segni evidenti di colpi d’arma da fuoco: almeno 3 i colpi.

Il ragazzo era nato a San Miniato ma abitava nel comune di Montopoli Valdarno. L’ultima volta era stato visto vivo venerdì sera. Visto che non rispondeva alle chiamate, gli amici sono andati a cercarlo intorno all’ora di cena. Quando sono entrati in casa, il ragazzo era a terra.

I sanitari del 118 hanno solo potuto constatarne il decesso. I vicini venerdì 9 hanno sentito dei colpi. L’assassino avrebbe un giorno intero di vantaggio su chi indaga. Non sono stati trovati segni di effrazione sulle porte. La mattina dell’11 novembre i Carabinieri sono tornati nell’edificio per un nuovo sopralluogo. L’arma usata per il delitto non è stata trovata, dovrebbe trattarsi di una pistola.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin