www.inpdapmutui.it: tutte le novità e le anticipazioni sul 2019

Una delle forme di finanziamento economicamente più convenienti è rappresentata dai mutui INPDAP. Si tratta di prestiti concessi a pensionati e dipendenti pubblici che hanno la necessità di acquistare o di ristrutturare un immobile. L’aspetto più importante di questa forma di finanziamento è rappresentato dal fatto che il tasso di interesse applicato è molto conveniente. In realtà, oggi parlare di mutui INPDAP non è corretto in quante questo ente previdenziale già da diversi anni è stato assorbito dall’INPS, per cui sarebbe più corretto parlare di mutui INPS. Le modalità per poter accedere a questo mutuo sono stabilite periodicamente tramite un regolamento che viene modificato ogni anno. In particolare, possono accedere a questo prestito coloro che risultino pensionati del pubblico impiego o che vantano almeno 1 anno di servizio e contratto a tempo indeterminato. Per l’anno 2019 sono state introdotte alcune novità. Grazie al portale www.inpdapmutui.it avremo a disposizione tutte le informazioni e le modalità per chiedere questi prestiti e saremo informati in tempo reale su tutte le novità che riguardano la disiciplina di questi prestiti. Esaminiamole insieme nel dettaglio.

 

Anticipazioni sui nuovi tassi di interesse applicati

 

Come abbiamo accennato in precedenza, l’aspetto più interessante dei mutui INPDAP è dato dal tasso di interesse agevolato che lo rende particolarmente appetibile. Sul portale sono state recentemente pubblicate le novità previste per il 2019. Nello specifico i già convenienti tassi di interesse applicati alle operazioni di finanziamento, subiranno un’ulteriore riduzione, circostanza che renderà questo mutuo molto richiesto dai pensionati e dipendenti pubblici. Il regolamento dei mutui approvato recentemente prevede per il 2019 l’abbassamento del TAN (Tasso Annuo Netto) applicato sui mutui INPDAP dal 3,75 fino ad un minimo del 2,95%. La nuova percentuale per accedere al finanziamento è stata particolarmente apprezzata da coloro che già sono titolari di un mutuo INPDAP o che dovranno stipularlo a breve, in quanto potranno usufruire di condizioni economiche ancora più vantaggiose. Bisogna però specificare che i nuovi tassi di interesse troveranno applicazione solo per coloro che sono titolari di un mutuo a tasso fisso. Nonostante questo tasso vantaggioso, che permette a chi stipula un mutuo a tasso fisso di avere la certezza di una rata costante nel tempo, sono numerosi i dipendenti pubblici che optano per la stipula di un mutuo a tasso variabile, per godere di una rata più bassa, calcolata prendendo come parametro di riferimento l’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

 

Chi può stipulare un mutuo INPDAP?

 

Abbiamo già accennato ai requisiti di natura professionale per poter accedere a questa tipologia di mutuo. Altro aspetto importante è che la casa che si intende acquistare non appartenga alla categoria dei beni di lusso e che sia il dipendente o il pensionato che i membri del suo nucleo familiare non abbiano la proprietà di altro immobile su tutto il territorio nazionale.

 

Ulteriori novità previste per il 2019

 

Il Regolamento INPS previsto per il 2019 prevede, come indicato in precedenza, la possibilità anche per coloro che hanno già acceso un mutuo per acquisto di immobile, di poter usufruire del nuovo tasso di interesse a partire dal 2019.

Molto importante è anche la possibilità che viene data all’associato di poter passare da mutuo a tasso variabile a mutuo a tasso fisso e viceversa per una sola volta durante tutta la durata del contratto di mutuo. Altro vincolo è che siano decorsi almeno 2 anni dalla stipula del prestito.

 

Altre risorse da consultare per il settore mutui INPDAP: https://www.mutuoinpdap.net/ e https://www.mutuo-inpdap.it/

 

 

Lascia un commento