Luigi Di Maio e l’ultimatum a Matteo Salvini: stop prescrizione o salta tutto

Suona come un “ultimatum”. “O arriva l’accordo sulla prescrizione o salta il contratto di governo”. Così il vice premier Luigi Di Maio. I grillini alzano la posta e pretendono di dettare le condizioni a Matteo Salvini. “La prescrizione è nel contratto e va fatta”.

Le urne sono sempre più vicine. Il partito grillino è sotto pressione e vuole giocare d’anticipo. Prima che a staccare la spina sia la Lega, Di Maio punta a fare la prima mossa. “Non possiamo dire alle famiglie delle vittime delle stragi che slitterà tutto all’anno prossimo” prova ad argomentare il politico napoletano cosciente che il Capo di via Bellerio l’ha messo all’angolo e più tempo passa a palazzo Chigi e più i grillini perdono consensi.

Di Maio si “sfoga” dalle colonne de Il Fatto Quotidiano. “Il diavolo – aggiunge – si annida nei dettagli. E’ inutile pensare di favorire la prescrizione con degli escamotage. Non dico che lo voglia fare la Lega, ma noi dobbiamo fare sì che la riforma di questo istituto sia efficace”. Stamani è previsto un vertice a palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte ed i due vice Di Maio e Salvini proprio per fare il punto sulla delicata questione della prescrizione. All’incontro parteciperà anche il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

Lascia un commento