Palma di Montechiaro. Omicidio di Ignazio Scopelliti: fermati suocero e cognato

Svolta nelle indagini sul delitto che ha scosso Palma di Montechiaro (Agrigento). Venerdì mattina è stato ucciso Ignazio Scopelliti. Il bracciante agricolo di 45 anni è stato assassinato con due colpi di pistola in centro e in pieno giorno.

Il delitto è avvenuto alle 11 in via Palladio nel centro storico. I Carabinieri hanno portato in caserma alcune persone. Sono stati posti in stato di fermo il cognato e il suocero della vittima. A quanto trapela la vittima avrebbe avuto problemi legati al gioco d’azzardo. Sarebbe stato solito maltrattare e picchiare i figli e la moglie Lucrezia Burgio.

La donna si era già rivolta al proprio avvocato e ai militari per porre fine alla situazione. Il fascicolo d’inchiesta è coordinato dalla sostituta procuratrice Emiliana Busto. Scopelliti, più volte è stato denunciato per violenza nei confronti della moglie e pare che i due fermati, il cognato e il suocero, avrebbero fino a ieri sera sporto denuncia nei suoi confronti.

Lascia un commento