Serie BKT ottava giornata torna al successo il Crotone contro un mediocre Padova

Crotono   2

Padova    1

Marcatori: 12° Spinelli, 63° Bonazzoli, Firenze 75°

Crotone (4-3-1-2): Cordaz, Vaisanen, Sampirisi, Marchizza, Martella, Rohden (Crociata), Barberis, Molina (Stoian), Firenze, Spinelli (Simy), Budimir. All. Stroppa

Padova (4-5-1): Merelli, Cappelletti, Capelli, Ceccaroni (Cisco), Salviato (Zambataro), Broh, Della Rocca, Pulzetti (Belingheri), Contessa, Bonazzoli, Capello. All. Bisoli

Arbitro: Marco Serra (Torino)

Ass. Scarpa – Lombardo

Quarto giudice: Carella

Ammoniti: Della Rocca, Molina, Capelli

Espulsi: Della Rocca

Angoli: 4 a 3 per il Crotone

Recupero: 2 e 4 minuti

Spett. tot. 5.323 € 37.947; biglietti 1.159 € 7.880; abbonati 4.164 rateo € 30.067

Il solo punto conquistato dal Crotone nelle precedenti quattro partite ha indotto il tecnico Stroppa a rivedere contro il Padova la strategia da fare praticare ai suoi uomini in corso d’opera. Un diverso schieramento iniziale e con quali uomini metterlo in pratica non era più rinviabile. I continui risultati negativi non appartengono ad una squadra il cui programma è la promozione in serie A. La conquista dei tre punti deve essere esponenziale e le battute d’arresto si devono contare sulle dita di una sola mano. Il Crotone ne ha accumulato già quattro e dopo la pausa doveva obbligatoriamente dimostrare di essere sempre in corsa per la massima serie. Perché avvenisse ciò era necessario il ritorno al successo. Tutto questo alla ripresa del campionato è stato confermato davanti ai tantissimi tifosi presenti allo Scida. Dopo l’ultimo incontro è iniziato il nuovo corso del Crotone? La conferma alle prossime partite (domenica 28 si replica ancora sul terreno di casa contro la Salernitana). Per avere la meglio nei confronti della squadra veneta mister Stroppa ha confermato gli otto/undicesimi sconfiti a Palermo prima della sosta. Assenti Nalini e Benali per infortunio, e per motivi tecnici Stoian, sostituiti da Molina, Rohden, Spinelli. Modulo iniziale 4-3-1-2 con Martella terzino sinistro, Firenze dietro le due punte.

L’assenza di successi del Padova che durava da cinque giornate (due punti conquistati) obbligava il tecnico Bisoli a schierare una formazione in grado di fronteggiare i pitagorici in ogni settore del campo. fuori Ravanelli, Trevisan, Clemenza, Mazzocco dentro Salviato, Contessa, Capelli, Della Rocca. Squadra abbottonata in difesa con il quartetto Cappelletti, Salviato, Contessa, Ceccaroni, ed a centrocampo dove sono stati schierati Capelli, Pulzetti, Broh, Della Rocca, Capello. Una fitta ragnatela che ha isolato in fase offensiva il solo Bonazzoli ad impensierire Cordaz ma a turno si inserivano Capello, Broh e Pulzetti.

Fin dai primi minuti un Crotone che evince l’azzenza di un uomo d’ordine (Benali). La solita distraziine difensiva nei primi minuti mette il Padova in condizioni di segnare. Centrocampo pitagorico senza idee ma che si porta in vantaggio al dodicesimo minuto. Dodicesimo minuto è Rohden che imposta un’ottima giocata sulla fascia sinistra. All’altezza della bandierina lo svedese appoggia il pallone per Martella  che subito lo crossa in area dove trova pronto Spinelli a metterlo dentro di testa. Primo gol stagionale del pitagorico. Dopo la marcatura è un Crotone poco offensivo ed alquanto impreciso nei disimpegni a centrocampo. Più offensivo il Padova che ha sfiorato il pareggio con Cappelletti al minuto quarantatre, ed al quarantacinquesimo con Pulzetti che non realizza per merito di Martella che salva sulla linea. La prima parte della partita è stato un Crotone con le idee annebbiate. Rohden, Firenze, ma sopratutto Molina, lenti nelle impostazioni hanno facilitato le ripartenze degli avversari. Budimir assente per lassenza di palloni giocabili. Il cliché non cambia nella ripresa e il probabile pareggio degli ospiti è nell’area. Arriva al minuto sessantatre con Bonazzoli ed anche in questo caso la difesa non ha saputo controllare la giocata. Stoian al posto di Molina e Simy per Spinelli, le mosse operate da Stroppa per riportare il Crotone in vantaggio. È Firenze, terzo gol stagionale, a farlo al minuto settantacinque. In precedenza mister Bisoli aveva sostituito Pulzetti con Belingheri. Il ritorno al successo aumenta il potenziale offensivo del Crotone che in più occasioni potrebbe triplicare. Budimir lo cerca insieme a Simy ma lo mancano. Vittoria del Crotone doveva essere e vittoria è stata. Partita appena sufficiente.

Lascia un commento