Pensioni Quota 100. Allarme rosso lanciato dall’Inps: voragine da 100 miliardi

L’Italia grilloleghista rischia di affondare. A sostenerlo non solo gli osservatori internazionali, ma anche chi ha il quadro reale dei conti pubblici. Tito Boeri, presidente dell’Inps, critica il progetto del Governo di introdurre nel sistema previdenziale la quota 100 con un minimo di 62 anni di età e 38 di contributi insieme allo stop all’indicizzazione alla speranza di vita.

“Non possiamo non lanciare un campanello d’allarme – ha dichiarato nel corso di un’audizione alla Camera -. Ci sarebbe un incremento del debito pensionistico destinato a gravare sulle generazioni future nell’ordine di 100 miliardi“.

Allarme condiviso anche dal segretario del Pd, Maurizio Martina. “Il Governo ci vuole portare fuori dall’Euro, tutto porta lì. Lo hanno scelto, per un bisogno di propaganda permanente in vista delle Europee, per presentarsi come salvatori della patria. Sono preoccupatissimo, vorrei ci rendessimo conto dei rischi”.

Lascia un commento