Trasferirsi per vivere bene con la pensione

E’ certo che, attualmente il popolo italiano è sempre più insoddisfatto del suo paese che non fa altro che pretendere comprensioni, creare false promesse e avanzare pressioni fiscali molto alte.

In effetti, l’Italia di oggi mostra di essere molto instabile e crudele perchè governata da chi, purtroppo regolamenta l’intero sistema economico, legislativo e tributario a piacimento suo, dando problemi particolarmente sostanziosi alla comunità, soprattutto più debole e disagiata.

Al momento, non si fa altro che vedere attività commerciali che chiudono, tanto da formulare licenziamenti mostruosi che danneggiano molte famiglie che non potendo più soddisfare anche il più piccolo bisogno quotidiano, vivono senza dignità, tenendo conto che questa posizione sociale e morale costruisce malesseri estremi che, certamente procurano conclusioni, spesso estreme.

Questo perchè, ogni essere umano che tocca con mano la disoccupazione, indubbiamente si sente inadeguato, fallito e perso, perchè incapace di essere un buon padre o una buona madre, pronto/a a dare tutte le giuste attenzioni a se stesso/a e, soprattutto ai propri figli e, spesso per questo, come ben sapete un pò tutti dalle notizie che sentite e vedete, tramite un qualsiasi mezzo di comunicazione di massa disposto ad aggiornare l’intera popolazione italiana per quel che succede nel suo paese, cerca di fuggire da questa sporca realtà, lasciando la propria patria, alla ricerca di quella dignità perduta e per evitare di arrivare a quel che, sfortunatamente tanti fanno, vale a dire al suicidio.

Dovete sapere che questa serie d’indisposizioni la porta avanti anche chi deve andare in pensione, perchè dopo anni di fatiche e paure di perdere il lavoro, vuole tutelare, al meglio, la sua persona e la sua vecchiaia, senza che quel che è riuscito a mettere da parte, versando a dovere i contributi, possa essere ulteriormente intaccato da tutte le pressioni fiscali. Questo perchè, oggi giorno, come confermano i dati raccolti da Risparmiate.it non è semplice mettere da parte i soldi e la maggior parte dei pensionati sanno che le loro paghe hanno subito, nel corso del loro percorso contributivo le tante tasse e imposte sempre presenti in Italia e sono stanchi di questo carico che, essendo quantitativamente oppressivo, ha tolto tanto a quel che realmente avrebbero potuto avere, al punto di voler dire basta all’improbo sistema italiano.

Ecco che, lo stesso sfiduciato pensa di trasferirsi all’estero, come in Marocco o in Portogallo per ottenere zero tasse e altre agevolazioni che adesso, tramite la lettura di questo articolo potete chiaramente conoscere.

Dovete sapere che chi sceglie di spostarsi e vivere in Marocco e in Portogallo lo fa per poter usufruire del qui presente clima particolarmente favorevole, per il costo della vita che in tale parti del mondo sembrerebbe essere più basso rispetto il nostro e, soprattutto per evitare tutte le tassazioni che, attualmente vigono in Italia e, di conseguenza di non ottenere un assegno lordo.

E’ importante che vi si puntualizzi, inoltre che la convenzione in Portogallo per non avere carichi fiscali da pensionati è più nota forse perchè è il luogo più vicino dal punto di vista politico geografico e culturale.

Tenendo conto di tutto quel che finora vi si è stato illustrato, bisogna trarre delle opportune conclusioni che mettono, di certo in evidenza che sarebbe più dignitoso trapiantarsi nei paesi sopra citati quando si finisce di lavorare in Italia e, naturalmente nel momento in cui si può usufruire di una rendita permanente che, solitamente, lo Stato o un apposito ente privato o pubblico, al raggiungimento di una determinata età, corrisponde a chi ha effettuato la dovuta contribuzione.

Dovete considerare, in effetti che se con tale spostamento, una volta che voi divenite pensionati, avete il diritto di ricevere, seguendo quel che precedentemente vi è stato evidenziato, la pensione senza tasse e, dunque al lordo, potere avere, di conseguenza, per tutto il resto della vostra vita, a vostra disposizione circa il 30% di pensione in più, rispetto a quella che avreste ottenuto stando in Italia.

A tal punto, ci sarebbe altro da aggiungere, cioè che il tutto, così ben descritto, vi farebbe raggiungere un forte equilibrio non solo economico ma psicologico, morale e sociale, tanto da influenzare positivamente la vostra vecchiaia che, in tal modo sarà più serena e gioiosa, ricca di tante soddisfazioni utili per voi stessi e per la vostra famiglia, tenendo conto, in più, che se il costo della vita in Marocco e Portogallo è più basso, vi potete permettere, anche per quest’ultima puntualizzazione ricordata, uno stile di vita particolarmente elevato.

Sembra che il Governo italiano stia studiando una contromossa per fermare il possibile esodo e promuovere alcune zone del Sud Italia detassando le pensioni a coloro che decideranno di rimanere o trasferirsi. Una manovra che porterà soldi nelle casse dello Stato, incrementerà il prodotto interno lordo e cercherà di far ripartire l’economia in aree ormai destinate allo spopolamento.

Lascia un commento