Napoli. Esplosione in via don Minzoni: morta una donna di 66 anni

Una deflagrazione è avvenuta in un appartamento di via don Giovanni Minzoni, nella zona dei Quartieri Spagnoli a Napoli. È scoppiata una bombola di gas in una casa all’ultimo piano dell’edificio al civico 6. Sul posto la polizia di Stato e i Vigili del fuoco. E’ morta una donna di 66 anni, feriti i due figli, tra cui quello che ha fatto scoppiare bombola.

A scatenare l’azione folle dell’uomo, che con un accendino ha fatto saltare in aria l’appartamento, sarebbe stato l’arrivo dell’ufficiale giudiziario che aveva il compito di notificare lo sfratto per morosità ai tre residenti: madre, figlio e figlia. Questi ultimi due erano disabili e il maschio soffre di problemi psichici.

Feriti dall’esplosione anche un ragazzino di 14 anni. Era sotto il palazzo dove abita al momento dell’esplosione. Svenuto, è stato soccorso dalla mamma e poi trasportato in ospedale. È rimasto colpito da vetri e calcinacci caduti. Le sue condizioni non sono gravi e presto verrà dimesso.

A giungere per primi sul luogo del disastro due agenti del Nibbio della Questura, che hanno prestato i primi soccorsi ai due feriti arrivando a piedi al vicino ospedale dei Pellegrini per prelevare una lettiga e trasportare a mano il figlio dell’anziana morta, apparso subito in gravi condizioni. Sul posto i tecnici della Protezione civile e il vicesindaco Del Giudice. Tensioni con gli altri condomini che, per motivi di sicurezza, sono stati allontanati dalle abitazioni.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin