Serie B prima giornata fatale al Crotone. Per mister Stroppa c’è ancora molto da lavorare per presentare una squadra competitiva

Cittadella 3
Crotone   0

Marcatori: Scappini 3°, Schenetti 49°, Strizzolo 89°

Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Chiringhenlli, Adorni, Drudi, Benedetti, Settembrini, Iori, Branca (Proio), Schenetti, Scappini (Strizzolo), Finotto (Panico). All. Venturato

Crotone (3-5-2): Cordaz, Sampirisi, Golemic, Marchizza, Faraoni (Spinelli), Molina (Martella), Benali, Rohden, Firenze, Simy (Stoian), Nalini. All. Stroppa

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze
Coll. Valerio Vecchi (Lamezia Terme) – Filippo Bercigli (Valdarno)
Quarto giudice: Daniele Amabile di Vicenza
Ammoniti: Iori, Drudi,
Espulso: Golemic
Angoli: 7 a 6 per il Crotone
Recupero: 1 e 4 minuti

Il Crotone non ha fretta di tornare in serie A come dimostrato dalla pesante sconfitta subita. Mister Stroppa alla vigilia dell’incontro aveva affermato: “il Crotone deve conquistare punti in ogni partita indipendentemente dalla forza dell’avversario”. Sul terreno del Tombolato contro il Cittadella, formazione accreditata nel gruppo delle squadre che si contenderanno la promozione, i pitagorici non hanno rispettato le consegne del tecnico ed inanellato la prima sconfitta stagionale accreditandosi come squadra che deve ancora lavorare se vuole tornare nella massima serie. La formazione iniziale messa in campo dal tecnico pitagorico non comprendeva l’infortunato centrocampista Barberis per intervento chirurgico al menisco mediale sinistro, al suo posto schierato Molina. Altro assente l’esterno difensore Martella (quinto di centrocampo) sostituito da Firenze. Assente inizialmente anche il centrocampista interno Stoian per fare posto a Rohden. Confermato il duo d’attacco Nalini, Simy. Mister Venturato ha ridato fiducia alla coppia d’attacco Scappini, Finotto autori dei tre gol segnati all’Empoli in Coppa Italia. Assente il difensore Cancellotti rimpiazzato da Benedetti. Tre minuti ed il Crotone è già in svantaggio. Dalla sinistra Pinotti, indisturbato per la mancanza di una marcatura, crossa per la testa di Scaffini che non ha problemi a mettere dentro il pallone. Per tutto il primo tempo non c’è stata altra azione di rilievo da parte dei locali. C’è stata, in compenso, tanta confusione a centrocampo ed in attacco da parte degli ospiti. L’assenza di Barberis si sta rivelando decisiva per quanto concerne le impostazioni e le ripartenze. Molina ha dimostrato di non essere ancora un buon sostituto. Benali ha sbagliato troppi appoggi. In attacco Simy è riuscito a divorarsi gol fatti. Nalini, Firenze, Rohden, ancora distanti dal rendimento che hanno avuto in serie A la passata stagione. Questo il Crotone visto nel primo tempo contro il Cittadella. Mister Stroppa ha dovuto sprecare molto fiato per richiamare Molina e Firenze ad una più corretta posizione in campo. Ancora fatali al Crotone i primi minuti della ripresa. Schenetti al quarantanovesimo raddoppia con un perfetto diagonale dalla sinistra ed anche in questa occasione la difesa pitagorica assente. L’ingresso in campo di Martella al posto di Malina, Stoian in sostituzione dell’inesistente Simy, non cambia il corso della partita. Poche ripartenze offensive in grado di mettere sotto pressione gli avversari, centrocampo annebbiato nelle manovre, difesa poco ermetica per la mancanza del sostegno dei centrocampisti esterni. Si aspettava un Crotone più preparato sotto la guida dei veterani Nalini, Sampirisi, Faraoni, Benali, Rohden, Simy, ed invece non hanno dato il giusto apporto come si conviene a giocatori da serie A. Cittadella sulla scia della passata stagione: squadra attenta in difesa ed aggressiva nei minuti iniziali con il duo Scappini, Finotto e con l’aggiunta di Strizzolo mai domi in fase offensiva, tant’è che nei minuti finali lo stesso Strizzolo ha messo a segno il terzo gol. Crotone tutto da rifare per quanto concerne tenuta atletica e schemi di gioco.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin