Genova. Crollo ponte Morandi: non si ferma il conto delle vittime

Il conto delle vittime non si ferma. Il crollo del ponte Morandi a Genova ha seminato morte e distruzione. Nel corso della notte, secondo gli ultimi dati forniti dalla Prefettura, il bilancio è salito a 37 morti, di cui 5 non identificati. Tra loro anche un bambino di 8 anni e due adolescenti di 12 e 13 anni.

Invece è sceso a 16 il numero dei feriti ricoverati negli ospedale. Tra loro 12 sono in codice rosso. Una persona è stata dimessa nella tarda serata di ieri.

Le ricerche dei corpi e di eventuali superstiti sono andate avanti tutti la notte e proseguiranno nelle prossime ore. Le squadre dei vigili del fuoco hanno lavorato sui due lati del Polcevera in cui ci concentrano le macerie e anche nel letto del torrente.

Lascia un commento