Poste: niente più file per genitori con neonati

Per essere avanti, basta fare un passo indietro” è lo slogan scelto per l’aggiornamento dei vecchi avvisi, del 2015, che già invitavano a dare la precedenza alle persone con disabilità ed alle donne incinte. Sono state aggiornate le ‘regole di cortesia’ per 12.800 Uffici Postali.

Per i genitori con figli neonati, quindi, mai più in fila all’ufficio postale. Poste Italiane ha inserito, aggiornando, gli ‘avvisi di cortesia’ che in questi giorni verranno affissi nei 12.800 uffici postali di tutt’Italia.

Per la prima volta, con le nuove “norme di cortesia”, si raccomanda ai clienti di cedere il posto in fila anche ai genitori con figli neonati.

Ovvero, le mamme e i papà con neonati al seguito potranno passare avanti. Chi si rifiutasse di dare la precedenza farebbe una gran brutta figura. Così, dopo le attenzioni rivolte ai disabili e alla donne incinte, ecco una nuova facilitazione per chi deve sostare anche delle ore con una carrozzina negli uffici sovraffollati.
L’iter parte circa un anno fa da una segnalazione di una consigliera provinciale delle pari opportunità dell’Emilia Romagna, Maria Giovanna Mondelli, che si rivolge alla consigliera nazionale di parità Francesca Bagni Cipriani.
Fermo restando l’eliminacode, questo cartello non comporterà un obbligo, ma sarà una norma di buon senso che gli impiegati si impegneranno ad agevolare.

Una raccomandazione che il personale di Poste caldeggerà – è l’auspicio dell’azienda – facendo notare ai clienti la presenza negli uffici postali di genitori in attesa del proprio turno con una carrozzina o con un bambino in braccio.

 

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

Lascia un commento