Venezia. Gianfranco Bullo scomparso da giovedì mattina in mare

Non ci sono più speranze di trovare vivo Gianfranco Bullo. Il tassista di 49 anni del Lido è scomparso da giovedì mattina in mare. L’uomo, appassionato di nautica, era uscito in mare con la sua barca, un Coronet, per passare qualche ora di relax vicono alla diga di San Nicolò.

Il quarantenne ha lasciato a casa il cellulare e l’attrezzatura da pesca. L’allarme è stato lanciato dai familiari dopo che l’uomo non è rientrato la sera nella sua abitazione. La mattina presto di venerdì 20 alcuni bagnanti hanno chiamato i carabinieri spiegando che c’era un motoscafo arenato sulla spiaggia del Lido a San Nicolò. La barca è quella di Gianfranco Bullo.

I tassista è stato descritto dagli amici come un diportista molto esperto. E’ stato fatto alzare in volo l’elicottero dei vigili del fuoco, mentre i mezzi della capitaneria di porto hanno perlustrato il tratto di mare davanti all’isola, ma finora non sono state trovate tracce di Bullo.

Lascia un commento