Arti antiche indimenticate

Oggi parliamo di un’arte antica, oggi parliamo di cucito. Fin dai primi tempi l’uomo ha imparato a cucire per confezionare abiti che potessero proteggere il corpo migliorandone di anno in anno stile, tecniche e ampliando al massimo le alternative e la scelta dell’abbigliamento rendendo la moda elemento caratterizzante di ogni popolo e civiltà.

A oggi quella del cucito sembra un’arte perduta, un po’ a causa dei negozi e rivenditori online che vendono abbigliamento a prezzi ridicoli, un po’ a causa della mancanza di tempo libero che permetta di dedicarsi ad essa; in realtà sono ancora molte le persone alle quali interessa confezionare abiti: troviamo infatti chi decide di farlo per hobby, come forma di espressione personale, per incrementare la creatività o per avere la soddisfazione di sfoggiare un capo creato con le proprie mani e spesso, anche l’aspetto morale ed etico, prende il sopravvento spingendo a creare per non essere costretti ad acquistare vestiario di bassa qualità realizzato spesso da persone sfruttate, sottopagate obbligate a lavorare in pessime condizioni.

Ma per poter cominciare a confezionare capi d’abbigliamento, oltre alla voglia e alla passione, è di fondamentale importanza dotarsi degli strumenti necessari allo svolgimento del lavoro.

Vediamo insieme quali materiali non possono mancare dal tavolo di un’aspirante sarta/sarto.

  • Aghi da rammendo assortiti: come potete immaginare l’ago non può mancare, ma dovete sapere che ne esistono diverse tipologie, utili a seconda di ciò che dovete fare, caratterizzati quindi da punte lunghe, affilate, triangolari, sottili, spesse, a mezza luna ecc…
    Il nostro consiglio è quello di acquistare solo aghi in acciaio, per avere la certezza che non si pieghino con l’utilizzo.
  • Filati: il filo, secondo elemento fondamentale per poter cucire. In cotone o sintetico, sottile, spesso, bianco, nero, colorato, il rocchetto di filo non può mancare e varia a seconda del tessuto da cucire.
  • Spilli: essi sono di fondamentale importanza per fermare la stoffa e imbastirla o cucirla direttamente.
  • Ditale: non è un accessorio obbligatorio, ma aiuta molto a spingere l’ago nella stoffa, soprattutto nel caso in cui si stia utilizzando un tessuto spesso e a trama molto fitta, è inoltre molto utile per non bucarsi le dita mentre si lavora.
  • Forbici, forbici a zig zag e Scucirino:  eanche a dirlo, se non hai le forbici non puoi lavorare, esse sono fondamentali per tagliare la stoffa e la carta, ma si raccomanda di utilizzarne due tipi diversi poiché la carta tende a rovinarne la lama, la quale potrebbe provocare tagli imprecisi e poco netti sulla stoffa. In particolare le migliori, in grado di tagliare la stoffa senza provocare sfilacci sono le forbici a zig zag caratterizzate da vere e proprie lame a zig zag.
    Lo scucirino è poi indispensabile per scucire velocemente e rimediare ad eventuali errori.
  • Metro a nastro: un sarto senza metro a nastro non è un sarto; parliamo ovviamente del classico metro morbido con il quale è possibile prendere misure su superfici irregolari come il corpo umano.
  • Gesso: il gessetto vi aiuterà a tracciare le linee per facilitare il taglio della stoffa, soprattutto per cartamodelli di sartoria. Possono essere semplici o a matita con l’estremità fatta a pennello per cancellare i segni.
  • Stoffe: senza stoffa naturalmente non si può fare nulla.
    Ne serve tanta, colorata, in fantasia, bella, di diversi materiali e origini. Lino, seta, cotone, lana, jersey, seersucker e chi più ne ha più ne metta: dopo aver scelto quelle che preferite, il vostro compito è quello di donargli la vita seguendo la vostra fantasia.

Dove trovare tutto questo? Ci sono numerose mercerie dotate sia di negozi fisici che di negozi online alla quale potete rivolgervi per l’acquisto del materiale. In centro a Bologna e più precisamente in Strada Maggiore, per esempio, abbiamo individuato Supercut di Brigitte Cerruti, negozio molto fornito che possiede appunto anche un e-commerce nel quale troverete oltre a strumenti di qualità (come le forbici Premax) e cartamodelli, anche coloratissime stoffe di ogni sorta, a prezzi davvero vantaggiosi.

Eccone alcune:

        

Che aspettate? Date libero sfogo alla vostra creatività, unite l’utile al dilettevole e cominciate a realizzare i capi che avete sempre sognato d’indossare.

Lascia un commento