Lo sport è un diritto per tutti. Evento promosso dal Coni e sostenuto dal Comune di Crotone affinché i ragazzi della città socializzano attraverso l’attività sportiva

Settantaquattro bambini dei quartieri periferici della città stanno partecipando al progetto “lo sport, un diritto per tutti” promosso dal Coni e sostenuto dal Comune di Crotone.
Un progetto innovativo, interamente dedicato all’inclusione sociale attraverso la pratica sportiva, strutturato per ragazzi dai 5 ai 14 anni, con l’obiettivo di garantire un percorso di crescita e sviluppo.
Questa mattina il sindaco Ugo Pugliese, accompagnato dall’assessore allo Sport Giuseppe Frisenda e dal delegato Coni Daniele Paonessa, ha fatto visita ai ragazzi impegnati presso la palestra dell’Istituto Vittorio Alfieri apprezzando il clima di partecipazione da parte dei piccoli, grazie anche all’attento coordinamento di tecnici qualificati.
Il progetto si snoda per la durata complessiva di cinque settimane, dal lunedì al venerdì, per quattro ore al giorno consentendo, gratuitamente, a decine di ragazzi una esperienza sportiva, educativa ed emotiva a trecentosessanta gradi che può, tra l’altro, rappresentare una importante opportunità per intraprendere un percorso di crescita e di sviluppo.
La prossima settimana l’attività coinvolgerà altri ragazzi del quartiere Papanice.
Un progetto che consente a ragazzi di famiglie meno agiate di fare attività fisica, di socializzare, di vivere l’estate in maniera alternativa e costruttiva.
Il Coni ha individuato, in Calabria, proprio la città di Crotone per questo progetto confermando l’attenzione verso il movimento sportivo crotonese e il positivo dialogo che l’assessorato allo Sport ha instaurato sia a livello regionale che nazionale con la massima istituzione sportiva.

Lascia un commento