Milano dice no alla violenza sulle donne

Milano si mobilita contro il femminicidio in occasione della settimana della moda di giugno. Torna per il quinto anno consecutivo “Wall of dolls”, il muro delle bambole per dire no alla violenza sulle donne e contro ogni discriminazione di genere. A dare il via all’iniziativa è stato l’assessore alle Politiche per il lavoro, Attività produttive, Moda e Design Cristina Tajani insieme a Jo Squillo, vera ideatrice di Wall of dolls.

“È significativo che i protagonisti della settimana della moda, del mondo dello spettacolo insieme a tanti semplici cittadini si siano attivati a sostegno di una causa così importante, anche alla luce dei più recenti fatti di cronaca. Fatti che dimostrano come ci sia ancora molto da fare per contrastare la violenza sulle donne e ogni discriminazione di genere”. Così commenta l’iniziativa l’assessore alle Politiche per il lavoro, Attività produttive, Commercio, Moda e Design, Cristina Tajani.

“Violenza – conclude l’assessore – che avviene soprattutto tra le mura domestiche ed è quindi nascosta. È necessario che tutti, e in primo luogo chi è più conosciuto al grande pubblico, apporti il suo contributo per sensibilizzare le nuove generazioni a una cultura del rispetto e della parità tra i generi”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin