Giro d’Italia. Pd all’attacco del M5S: “A Roma figuraccia in mondovisione”

“Il Giro d’Italia si ferma per l’assoluta incapacità di governare Roma da parte del Movimento 5 Stelle. Poco fa, infatti, mentre la sindaca Raggi si dichiarava soddisfatta del lavoro svolto dall’amministrazione, i corridori protestavano per lo stato del manto stradale del tracciato sino a ottenere una riduzione dei giri”.

“Non c’è che dire, l’ennesima pessima figura internazionale per la Capitale d’Italia della quale possiamo ringraziare la sindaca e tutto il suo staff pentastellato. Non oso pensare a come potrebbero ridurre il Paese”. Lo dichiara il senatore Pd Bruno Astorre.

“La figuraccia in mondovisione che ha dovuto subire Roma per colpa dell’incuria in cui versano le sue strade e che ha portato clamorosamente allo stop della tappa finale del Giro d’Italia chiama alla diretta responsabilità la sindaca Raggi. Non serviva la protesta dei corridori per certificare l’impraticabilità di campo di una città che quotidianamente mette a rischio la mobilità dei romani. È ora che, dopo questo ennesimo e palese fallimento e le numerose emergenze irrisolte, da quella dei rifiuti a quella del trasporto pubblico, la sindaca prenda atto dell’incapacità sua e della sua Giunta di gestire in modo adeguato la Capitale del Paese”. Lo dichiara la senatrice dem Monica Cirinnà.

Lascia un commento