Il Napoli scarica Sarri: il nuovo allenatore è Carlo Ancelotti

148

Colpaccio di Aurelio De Laurentiis. Maurizio Sarri dice addio. Al suo posto arriva Carletto Ancelotti che siederà sulla panchina del Napoli. L’ufficialità arriverà oggi. Sembrava fatta per il rinnovo di mister Sarri, ma il vulcanico patron del Napoli, ha piazzato il colpo a sorpresa portando a Napoli uno dei migliori allenatori al Mondo, se non il Maestro assoluto del calcio. Prima un appuntamento a Milano tra il ds azzurro Giuntoli e Ancelotti. Poi l’incontro di tre ore nella sede romana della Filmauro tra De Laurentiis, affiancato dall’uomo dei contratti Chiavelli, e Ancelotti, accompagnato dalla moglie. Accordo di massima raggiunto sulla base di un triennale con opzione per il terzo anno da 5 milioni che con premi e bonus assicurati, più la gestione dei diritti d’immagine, dovrebbe raggiungere i 6,5 annui. Oggi il secondo incontro, alla presenza anche dello staff di Ancelotti, per la fumata bianca definitiva. De Laurentiis ha tracciato il percorso. Esonero automatico con la firma di Ancelotti, anche se con modalità ancora da definire. L’allenatore toscano può essere liquidato in modo unilaterale dal presidente, pagando una penale di mezzo milione oppure rimanere sotto contratto fino al 2020, in attesa che una squadra interessata versi la clausola da 8 milioni di euro. Il Chelsea nelle prossime ore dovrebbe sciogliere il nodo Conte. Potrebbe essere Sarri il candidato per la panchina. C’è anche lo Zenit che cerca il successore di Mancini. Il Napoli già sogna i primi regali per Carlo Ancelotti: Benzema, Vidal, Suso, David Luiz, Leno. L’altra suggestione napoletana è Andrea Pirlo nel ruolo di vice di Carletto.