Porto Recanati. Federico Dottori travolto e ucciso mentre era in bici

Un grave incidente stradale avvenuto a Porto Recanati (Macerata) è costato la vita a Federico Dottori. L’incidente è avvenuto in una strada secondaria di campagna di Scossicci. Tornavano entrambi a casa, uno in bicicletta e l’altro in auto. Il primo si chiamava Federico Dottori, 25 anni, gestiva un’azienda di trasporti insieme alla sua famiglia. A casa, a Loreto stazione, a poche centinaia di metri da lì, non è mai arrivato. È stato travolto alle spalle da una Skoda ed è morto sul colpo.

Al volante dell’auto c’era un ragazzo di 22 anni, nato a Recanati, ma residente con la famiglia a Villa Costantina, una frazione di Loreto. Anche lui ormai era vicino a casa, ma non è tornato. Non si è accorto di nulla, ha sentito un colpo secco e si è fermato, poi ha telefonato al padre. E’ indagato per omicidio stradale. E’ infatti risultato positivo al primo accertamento sull’alcol effettuato con il precursore. Anche se ininfluente dal punto di vista delle indagini. All’ospedale di Civitanova gli hanno fatto le analisi del sangue e delle urine, per verificare se effettivamente guidasse sotto l’effetto di alcol o droghe.

La Tragedia s’è consumata in via Scossicci, una stradina secondaria che corre al confine tra Porto Recanati e Loreto. Dottori aveva salutato da poco gli amici in discoteca, tornava a casa in bicicletta, lui camionista che con la patente lavorava, né voleva perderla per un bicchiere di troppo.

Secondo una prima ricostruzione, eseguita dalla Polstrada di Camerino, poco oltre il civico 38, a un centinaio di metri dalla chiesa della Banderuola, è stato travolto alle spalle dalla Skoda. Sul posto sono giunti l’ambulanza della Croce Azzurra di Porto Recanati e l’automedica della Croce Gialla da Recanati. I sanitari hanno provato a rianimarlo ma il suo destino era compiuto. La salma è stata composta all’obitorio dell’ospedale di Civitanova, a disposizione della magistratura.

All’ospedale è stato portato anche l’investitore per gli esami. È indagato per omicidio stradale nel fascicolo aperto dal sostituto procuratore Rosanna Buccini. Le provette sono sotto sequestro, a disposizione della magistratura, così come la vettura. Le indagini sono affidate alla Polstrada di Camerino, sul luogo dell’incidente, con i colleghi di Macerata.

Federico Dottori: il ritratto

Era appassionato di calcio, giocava da anni nel Loreto calcio. Era un grande tifoso del Milan. Era anche un volontario della Protezione civile di Loreto e quando aveva un momento libero gli piaceva andare a pesca. “Preghiamo per la sua famiglia” ha affermato il sindaco di Loreto, Paolo Niccoletti.