Salvini ha cancellato il centrodestra, elettorato leghista in rivolta

Non è solo un contratto di Governo ma una cosa pentaleghista. Quello che sta per nascere è un patto populista che andrà oltre. E’ la fine del centrodestra, la coalizione nata 24 anni fa quando Silvio Berlusconi discese in politica per impedire alla sinistra di andare al governo.

Lo rivela Augusto Minzolini su Il Giornale. Matteo Salvini ha chiamato al telefono Silvio Berlusconi. Il segretario avrebbe chiamato per chiedere spiegazioni: “Così mi hai spiazzato!” avrebbe esordito. “Mi avevi dato il via libera!”. Questa volta Berlusconi ha replicato duro. “In quel contratto giustizialista che hai firmato” gli ha contestato “c’ è molto della Lega, moltissimo dei 5 stelle, nulla del centrodestra. E, comunque, ti avevo detto che avrei votato contro la fiducia a un governo del genere. E tu sei andato avanti lo stesso”. La rottura è insanabile.

Il sondaggio che spiazza Salvini

Ipr Marketing ha realizzato un sondaggio pubblicato su Il Giorno che fa rabbrividire Matteo Salvini in vista della sua salita lunedì al Quirinale insieme a Luigi Di Maio. L’istituto ha sondate l’elettorato leghista soprattutto il prossimo premier. L’87% degli elettori del Carroccio intervistati ha risposto che non accetterebbe un premier del Movimento 5 Stelle, mentre il 6% ha detto che sarebbe favorevole e il 7% ha detto di non sapere. Allo stesso tempo, il 64% degli intervistati della Lega è contrario al reddito di cittadinanza.

Lascia un commento