Cartomanzia nel 2018 in Italia: aumenta il numero dei consultanti

I numeri sono indicatori di tendenze e costumi di una Nazione. Rappresentano il quadro sociale in cui si vive. Le statistiche fanno emergere come in Italia si in crescita il numero dei consultanti. Il settore della cartomanzia nel 2018 nel nostro Paese continua infatti a crescere esponenzialmente. I nuovi consultanti si rivolgono ai cartomanti perlopiù per avere un quadro del futuro, per un consulto in materia affettiva o lavorativa. Sono in crescita quindi le persone che cercano una risposta da tarocchi e operatori del mondo della cartomanzia.

Cartomanzia: i numeri

Il giro d’affari dei cartomanti italiani è stimato in una media di 30 mila consulti al giorno che in soldoni si traducono in un business da 8 miliardi di euro annuali. A pesare sono anche le incertezze sul futuro. Lavoro, soldi, amore sono i temi messi al centro della maggioranza dei consulti richiesti dagli italiani. Tantissime persone consultano tarocchi e carte per scoprire questi aspetti, cercano delle risposte nel mondo della divinazione. Il Codacons ha rilevato come in Italia ci sono ben 13 milioni di persone che si rivolgono ai cartomanti. In termini percentuali sono il 13% in più rispetto all’inizio del nuovo secolo. Cresce anche il numero degli operatori dell’occulto. Sono più di 155 mila quelli censiti. Sono addirittura quintuplicati negli ultimi 10 anni. Le persone sono soprattutto alla ricerca di un segno che prima o poi qualcosa di buono arriverà.

Cartomanti: chi sono i clienti

I clienti sono potenzialmente tutte le persone, senza distinzione alcuna di età o di classe sociale, come ci viene comunicato dal sito www.cartomanziabassocosto.eu.com uno dei tanti siti specializzati nella cartomanzia a basso costo. C’è chi si fa leggere tarocchi o carte solo per gioco, chi invece vive in un momento di incertezza sentimentale ed economica ma anche qualche problema di salute. La lettura delle carte fa parte del costume e della tradizione italiana. Ha radici profonde e lontane nel tempo. Il mondo del web ha contribuito a veicolare la cartomanzia raggiungendo una platea molto più vasta.

La cartomanzia al telefono

E’ quella che riscuote maggiori consensi. Infatti si può chiamare ad ogni ora del giorno e della notte, tutti i giorni. Il consulto peraltro avviene in modo anonimo rispettando la privacy del consultante. Ci sono ancora cartomanti che ricevono presso l’abitazione o in ufficio, ma il volume d’affari è parecchio inferiore rispetto a quello della cartomanzia al telefono.

Gli utenti italiani gradiscono tantissimo i consulti al telefono. L’anomimato è uno dei punti di forza della cartomanzia telefonica. Nel complesso il volume d’affari degli operatori dell’occulto macina in Italia qualcosa come 8 miliardi all’anno. La cartomante viene vista dai consultanti come una figura che è in grado di ispirare fiducia. E’ vista cioè come una sorta di psicologa con cui si crea un rapporto confidenziale, è qualcuno che accoglie le proprie preoccupazioni. Non tutti i cartomanti sono professionali, ma è lo stesso mondo del web ad operare la selezione tra operatori dell’occulto professionali e altri che lo sono di meno.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin