La Roma prepara la remuntada: Di Fra ci crede

Eusebio Di Francesco non fa drammi dopo il pesante ko a Liverpool. “Per 50′ non abbiamo fatto bene, abbiamo perso tutti i contrasti e non facevamo nemmeno i passaggi facili a 5 metri”. Il mister della Roma spiega: “Avevamo preparato alcune cose che poi si sono rivelate il contrario e siamo andati in difficoltà.

Per Di Fra in Champions “si possono anche prendere delle sberle del genere, ci siamo troppo disuniti e non siamo stati in partita per troppo tempo”. Il mister è certo della remuntada. “Mi auguro di vedere la squadra con un’altra determinazione al ritorno. Perdere i duelli individuali vuol dire perdere la partita. Il livello è molto alto, ci siamo giocati una semifinale di Champions. Non voglio parlare solo della difesa, tutti hanno perso dei duelli e sbagliato molto: abbiamo trasformato delle letture di gara facili, in letture difficili”.

“Noi al ritorno dobbiamo crederci. E bisogna crederci perché nel calcio tutto è possibile anche se non sarà facile. Necessario mantenere lo stesso atteggiamento del finale di questa sfida. Sarà diversa da quella col Barça ma ora niente processi, abbiamo già raggiunto qualcosa di importante. E comunque chi non crede alla rimonta se ne resti a casa“.

Klopp avvisa: “Andremo all’Olimpico per vincere”

Jurgen Klopp non è contento solo del 5-2 finale. “Per 80′ siamo stati grandi. Sarei stato più felice se avessimo vinto 5-1 o 5-0, ma i ragazzi hanno comunque fatto benissimo. Non l’avrei pensato prima della partita. Ora andremo a Roma e cercheremo di fare la nostra partita, senza pensare di essere avanti di tre gol. Anche perché troveremo una Roma sicuramente diversa”. “All’Olimpico andremo per vincere” prcisa il tecnico del Liverpool.

Il mister elogia Salah, ex romanista. “Fantastico, quasi impossibile difendere contro di lui. Noi abbiamo dovuto adattarci a loro nei primi 15′, ma lui ha un impatto devastante. Il primo gol è da artista. Il secondo davvero un piacere per gli occhi, sembra freddissimo. Il migliore al mondo? Questo dovete dirlo voi, è sicuramente di classe mondiale. Fosse per me gli darei il Pallone d’Oro. C’è chi dice che non dovevo toglierlo, quando abbiamo subito 2 gol abbiamo giocato meno bene, se lui fosse stato in campo non sarebbe cambiato nulla”.

Nota stonata per gli inglesi l’infortunio al ginocchio di Oxlade-Chamberlain, costretto a uscire dopo poco più di un quarto d’ora. “Sembra un problema serio. Non è mai un bel segno se puoi già dirlo prima degli accertamenti. E’ ovviamente una grossa perdita per noi”.

Lascia un commento