Imparare l’inglese gratis: ecco come fare

Riuscire a imparare l’inglese gratis è meno difficile di quel che si pensi, ma – ovviamente – c’è bisogno di impegno e dedizione. L’importante è munirsi di un libro di grammatica, di testi da leggere e di strumenti per il listening adeguati alle esigenze personali. Per le prime due necessità si può fare riferimento senza problemi ai volumi che si possono trovare in biblioteca; per l’ascolto, invece, Youtube è una risorsa che vale la pena di sfruttare. In rete, insomma, è facile individuare video e filmati utili, anche caratterizzati da una difficoltà crescente.

Come iniziare

Il punto di partenza per imparare l’inglese gratis consiste nel concentrarsi sui propri interessi e nel focalizzarsi sulle proprie passioni. Si tratta, cioè, di iniziare a leggere testi scritti in lingua inglese relativi ad argomenti a cui si è interessati. Ovviamente in questa prima fase ci si può avvalere del supporto del traduttore di Google, magari prendendo spunto dai siti web britannici che parlano di notizie e fatti che si sono verificati in Italia: in questo modo si è già consapevoli dei temi affrontati. Con il passare del tempo, si acquisisce una certa dimestichezza con la grammatica, e così ci si può affidare alle regole e agli esercizi di un buon libro; per altro, se ne possono trovare molti anche sul web.

Uno step successivo è quello che prevede di prendere dimestichezza con il listening: non sempre il passaggio dalla lingua scritta a quella parlata si rivela così agevole, per via di accenti e inflessioni che rischiano di rendere la comprensione abbastanza complicata. Di fronte alle prime difficoltà, in ogni caso, non ci si deve abbattere, ma è opportuno tener presente che c’è bisogno di una buona dose di allenamento. A questo scopo, sono molto utili i sottotitoli dei film: è sufficiente seguire delle serie tv americane o britanniche per prendere dimestichezza non solo con gli accenti, ma anche con modi di dire e con espressioni gergali, che raramente sono presenti nei libri. Meno utili, invece, sono le canzoni, sia perché si basano su un vocabolario ridotto, sia perché la musica può presupporre una sintassi diversa da quella corretta.

Come imparare l’inglese gratis e cominciare a parlare

Quando si tratta di iniziare a parlare in una nuova lingua – l’inglese, in questo caso – non si può fare a meno dell’aiuto di un’altra persona con la quale conversare e discutere. Certo è che se si ha la possibilità di interloquire con chi è madrelingua l’occasione va colta al volo, anche per evitare errori nei tempi verbali, nelle pronunce, e così via. Il Servizio Volontariato Europeo è un programma della Ue che permette di beneficiare di uno scambio culturale che può essere sfruttato per apprendere la lingua, ma vale la pena di ricorrere anche ai training course.

Se è vero che per imparare l’inglese non è indispensabile spendere soldi, è altrettanto vero che occorre un investimento significativo in termini di tempo. L’apprendimento – per poter essere considerato adeguato – richiede uno studio costante e prolungato. Non si può pensare di ottenere risultati concreti e apprezzabili dall’oggi al domani, così come non si diventa muscolosi dopo una settimana di palestra e non si dimagrisce dopo una settimana di dieta. Ecco perché, oltre alla passione, è bene non trascurare il valore della pazienza. Avere costanza vuol dire riuscire a ritagliarsi ogni giorno un po’ di tempo per studiare o ripassare ciò che si è appreso nei giorni precedenti.

Lascia un commento