Qingyuan. Trentenne appicca il fuoco in un pub: decine di morti

Gravissimo bilancio di un incendio divampato nella notte in un disco karaoke a Qingyuan. Secondo le autorità della provincia sud orientale del Guangdong ci sono almeno 18 morti e 5 feriti.

Il rogo ha avvolto uno stabile di tre piani e potrebbe essere di natura dolosa. L’ufficio di Pubblica sicurezza della località cinese ha ricevuto una telefonata di soccorso dando il via all’intervento dei Vigili del fuoco che hanno impiegato 30 minuti per domare le fiamme. La polizia ha individuato un uomo di 32 anni sospettato di avere appiccato l’incendio, stanziando una taglia da 25 mila euro.

Sono tanti in Cina i casi di incendi appiccati volontariamente. L’anno
scorso la polizia ha arrestato un uomo sospettato di avere dato fuoco a una casa a due piani nella Cina orientale, uccidendo 22 persone. Gli investigatori scoprirono tracce di benzina sul luogo della tragedia, nella provincia di Jiangsu, e trovarono tutte le porte della casa chiuse a chiave.

Lascia un commento