Caldaie tra risparmio energetico ed ambientale: come valutare i prezzi

229

Il 2018 è un anno importante sul fronte energetico ambientale in Italia. In particolare è l’anno in cui grandi città come Milano, Roma e Torino hanno lavorato per stabilire dei tempi certi per un processo che porti ad emissioni zero. L’obiettivo è un ambiente più salutare, città più vivibili, in pratica ridurre l’inquinamento. In questo processo gli interventi più importanti riguardano la mobilità e gli impianti di riscaldamento. Come valutare i prezzi delle caldaie e fare la scelta migliore quindi per un effettivo risparmio energetico ed un impatto ambientale ridotto? Andiamo a fare chiarezza su diverse informazioni che spesso vengono omesse.

Caldaie: risparmio ed ambiente

E’ necessario affidarsi a professionisti del settore in grado di valutare insieme al cliente le soluzioni migliori per l’immobile dove si intende eseguire l’installazione della caldaia. Ad esempio Desivero mette a disposizione le migliori tecnologie per il riscaldamento sia dell’aria sia dell’acqua di casa. I tecnici di Desivero consigliano sulla scelta da fare tra caldaie e pompe di calore, o su come e dove deve essere installata. “Un nostro esperto ti assisterà guidandoti tra i nostri prodotti. Se invece hai già le idee chiare abbiamo disponibilità di una gamma completa di caldaie a condensazione o caldaie tradizionali, in aggiunta alle migliori soluzioni da noi selezionate per le pompe di calore” si legge sul portale aziendale. “Troverai anche ricambi ed accessori mentre, nella nostra area Servizi, scopri l’installazione, il controllo e la riparazione del tuo impianto di riscaldamento targata Desivero”.

La caldaia: come funziona

Nelle scelta della migliore caldaia sono diversi i criteri da valutare. Innanzitutto è bene sapere che la caldaia assolve la funzione di produrre calore attraverso la combustione e di redistribuirlo nell’ambiente. Per gli usi abitativi le caldaie si differenziano per la potenza termica nominale (pn) e la portata termica nominale. Il primo paramentro indica la potenza massima erogabile, il secondo invece definisce la quantità di energia di combustibile che serve per garantire la potenza nominale. Il rapporto tra la potenza e la portata indica il rendimento massimo della caldaia.

Il rendimento delle caldaie oscilla dall’80% per le caldaie tradizionali con scarsa manutenzione sino al 105% per le caldaie a condensazione. La tecnologia delle seconde consente di recuperare infatti il calore latente che in altre caldaie andrebbe disperso.

Le stelle delle caldaie

Il DPR 660/96 suddivide le caldaie in quattro classi in relazione alla potenza nominale assumendo la stella a cinque punte come simbolo distintivo. Ci saranno pertanto caldaie ad una, due, tre o quattro stelle. Una caldaia a quattro stelle assicura un rendimento massimo a fronte di un minore impiego di combustibile. Questa tipo di caldaia assicura un risparmio economico ed energetico.

Consigli pratici da seguire in fase d’acquisto

Quando si scelge la caldaia da acquistare non basta conoscerne gli aspetti strutturali. Bisogna infatti tenere conto delle caratteristiche dell’ambiente in cui si va ad effettuare l’installazione. Quale sarà l’impiego della caldaia? Serve solo per il riscaldamento della casa, per la produzione di acqua calda o per entrambe? Bisogna tenere conto del numero di servizi presenti in casa. Se il numero è piuttsto rilevante bisogna dotarsi di un impianto con maggiore potenza.

In fase di scelta bisogna valutare anche i consumi in casa. Se sono elevati è molto importante l’efficienza dell’impianto. E’ importante anche considerare quanto tempo si trascorre in casa, dove sarà istallata la caldaia. Se l’installazione avviene all’esterno dell’abitazione, si può scegliere una caldaia a muro esterna, se la caldaia avrà un locale dedicato si può optare per una caldaia a biomassa.

Tipo di tecnologia e di combustibile

E’ possibile distinguere tra caldaia a Gas Metano e Gpl. Tantissimi italiani riscaldano la propria casa e l’acqua sanitaria mediante caldaia a gas, che può essere alimentata sia a gas metano che a GPL. Le caldaie a gas metano si sono diffuse grazie alla distribuzione capillare della rete gas metano su tutto il territorio nazionale. Invece le caldaie a GPL sono in genere usate dove il metano non è ancora attivo. La caldaia a gas comporta un investimento economico maggiore in fase di istallazione, ma una volta ammortizzati i costi, risulta più economico se rapportato ad un sistema con boiler elettrico, visto il minor costo del gas rispetto l’elettricità.

La caldaia più installata è a muro che si distingue a sua volta in base al meccanismo di funzionamento della camera di combustione. In essa avviene la miscelazione tra il gas e l’aria con la conseguente produzione della fiamma. Avremo caldaie con camera stagna o camera aperta. Nel primo caso la caldaia preleva l’aria dall’esterno attraverso un tiraggio forzato. La caldaia si può installare anche in casa ed in spazi ridotti. Nel caso della camera aperta la caldaia preleva l’aria comburente nel locale stesso in cui viene istallata per mezzo di un tiraggio naturale. La caldaia quindi deve essere munita di una canna fumaria per la dispersione all’esterno dei fumi della combustione e serve parecchia ventilazione. In questo caso l’istallazione è esterna.

La caldaia a condensazione

Essa vanta un alto rendimento energentico e assicura un elevato rendimento termico. La caldaia a condensazione recupera il calore del vapore che nelle caldaie tradizionali viene disperso. Conviene fare l’istallazione di una caldaia a condensazione se l’abitazione possiede un basso livello di isolamento termico. Ci sono caldaie con nuova tecnologia. Si tratta di caldaia a pompa di calore o della caldaia a biomassa.

La caldaia a biomassa

E’ alimentata con combustibile di tipo biomassa: legna, pellets, cippato. Deve essere presente un impianto tecnologico. Assicura il riscaldamento di ambienti remoti e la produzione di acqua calda per usi sanitari. Il costo di installazione è elevato ma presenta vantaggi sia per l’impatto ambientale, con combustibile economico e rinnovabile, alto rendimento calorico, sia possibilità di usufruire di incentivi statali.

La caldaia pompa di calore

Essa preleva calore da un ambiente ed elevandone la temperatura, lo rendono disponibile ad un ambiente più caldo. In inverno la pompa di calore sottrae calore dall’esterno, fornendolo agli spazi interni. Le pompe di calore usano sia energia elettrica che gas. Rispetto allo scaldabagno elettrico, con una caldaia a pompa di calore si può risparmiare sino al 75% sulla bolletta elettrica. I prezzi di istallazione si ammortizzano velocemente grazie al risparmio in bolletta.

Caldaia Baxi a condensazione

Tra le soluzioni migliori proposte da Desivero c’è la caldaia Baxi a condensazione. Le gamme di caldaie a condensazione Platinum+ e Duo-tec+ si differenziano per alta modulazione, sistema GAC e remotabilità. L’Altissima modulazione è il campo di modulazione fino a 1:10 che consente una riduzione delle accensioni/spegnimenti della caldaia impattando sul miglioramento dell’efficienza e quindi garantendo un risparmio notevole.

Il sistema GAC (Gas Adaptive Control) misura il segnale di fiamma nel corso del funzionamento della caldaia e regola la portata di gas e mantiene costante la qualità della combustione. Si ha in questo modo la riduzione dei tempi di installazione, non ci sono regolazioni manuali da fare. Si ottinene la riduzione dei consumi di gas e un minore impatto ambientale.

Come ulteriore vantaggio c’è la remotabilità che garantisce la gestione del comfort. Platinum+ e Duo-tec+ offrono un’ampia offerta di unità modulanti. In Platinum+ il pannello di controllo si estrae e il termostato ambiente sono forniti di serie con la caldaia. Sono disponibili optional come il cronotermostato modulante e le interfacce a led per la remotabilità via fili o wireless delle unità. Per i modelli Duo-tec, l’offerta degli accessori di termoregolazione conta sia il controllo remoto e regolatore climatico che il cronotermostato modulante con fili o wireless, nonché il termostato modulante con fili o wireless. Tutte le caldaie sono provviste del grado di protezione IPX5D e della funzione antigelo.