Ferrari show a Shanghai: pole record per Vettel

Si cercava la prova del nove. La verifica delle reale consistenza della Ferrari. Le qualifiche del GP di Cina hanno dato la risposta che i tifosi di Maranello attendevano: la Ferrari c’è per la lotta al titolo.

Terza prova del Mondiale di F1

A Shanghai un Sebastian Vettel strepitoso ha realizzato la pole con il giro record di 1’31″095, precedendo il compagno Kimi Raikkonen, secondo a 0″087. Seconda fila per le due Mercedes, che però hanno accusato mezzo secondo di ritardo sia con Valterri Bottas, terzo, sia con Lewis Hamilton. Verstappen e Ricciardo in terza linea con le Red Bull.

Il tedesco non ha fatto sconti nemmeno al suo compagno di box, siglando il giro più veloce mai realizzato da una monoposto sul tracciato. Per lui si tratta della pole numero 52 in carriera, la seconda di fila. La Ferrari ha scritto un altro record, conquistando la seconda prima fila tutta Rossa consecutiva dal 2006.

Le Frecce d’Argento

La Mercedes ha sofferto le basse temperature e non sono riuscite a sfruttare al meglio le gomme. Per la gara domenicale è previsto il ritorno del caldo e le situazione potrebbe ribaltarsi. Sia Bottas, sia Hamilton partiranno con le gomme soft e sarà subito sfida alla pari.

Max Verstappen

Da non sottovalutare il pilota della Red Bull che potrebbe scombussolare i piani dei top driver anche grazie alle ultrasoft con cui partiranno lui e il suo compagno. Daniel Ricciardo ha visto andare in fiamme il turbo della sua Red Bull nelle libere 3 ed è riuscito per un soffio (14°) a superare il primo taglio, uscendo dai box a soli 3′ dalla bandiera dopo una corsa contro il tempo dei suoi meccanici.

Le altre

Involuzione invece per la McLaren, che ha mancato il Q3, con Alonso e Vandoorne incapaci di fare meglio del 13° e 14° posto. Delusione anche per Gasly, che pure in Bahrain aveva conquistato uno strepitoso quarto posto con la Toro Rosso motorizzata Honda. Il francese non è riuscito a superare il Q1, infilandosi tra le Williams e Alfa Romeo-Sauber, sempre in lotta per le ultime due file.

Lascia un commento