Presidenza Lega Serie A. Da Banca Imi arriva Gaetano Miccichè

243

Si apre una nuova pagina per il calcio italiano. Gaetano Miccichè diventa presidente della Lega Serie A. L’assemblea delle società si è riunita a Milano confermando all’unanimità l’indicazione del presidente di Banca Imi.

Si conclude così il commissariamento affidato al presidente del Coni, Giovanni Malagò. È stato lo stesso commissario ad indicare la figura del manager palermitano. Appassionato di sport, il banchiere ha giocato da mediano, era tennista classificato e se la cavava anche nel nuoto. Ha in curriculum un MBA alla Bocconi, esperienze nel risanamento di gruppi industriali, è membro del Consiglio di Rcs presieduto da Urbano Cairo, nonché fratello del politico di Forza Italia Gianfranco.

Gaetano Miccichè ha “obiettivi qualitativi”. “La Spagna ha grandi campioni, Inghilterra e Germania grandi squadre, ma in Italia abbiamo qualcosa di unico, grandi squadre e grandi città: Napoli, Bari, Roma, Firenze, Bologna, Milano, Torino, Genova, Venezia, con chiese, musei e ristoranti – dice -. Gli altri campionati non possono offrirlo. Mettendo a fattore comune questi fattori possiamo giocarcela”. Secondo il neo presidente per una Lega efficiente “non servirà fare nulla di straordinario ma seguire il nuovo statuto”.