Malta con l’Austria: si può votare a 16 anni

Il Parlamento di Malta ha approvato all’unanimità l’abbassamento a 16 anni. Si abbassa così l’età minima per votare alle elezioni generali e ai referendum nazionali.

La modifica della Costituzione rende Malta il secondo Paese europeo, dopo l’Austria, a dare ai sedicenni il diritto di voto. Per il rinnovo dei consigli comunali, questo diritto è stato loro consentito già dal 2015.

Si tratta di una vera a propria rivoluzione culturale che apre nuovi interessanti scenari. La scelta potrebbe essere mutuata anche da Nazioni come la nostra.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin