Salvini lavora al suo Governo: “tirerò il paese fuori dalle sabbie mobili”

Non ci sono dubbi. La coalizione del centrodestra ha vinto le elezioni. I grillini sono arrivati secondi. In Parlamento Salvini e alleati hanno più voti delle altre forze politiche. Cosa succede quindi? “Sarà il presidente della Repubblica a scegliere qual è il presidente del Consiglio che ha numeri più vicini alla realtà” spiega Matteo Salvini rivolto soprattutto ai grillini.

Il leader della Lega ha poi fugato ogni dubbio. Nessun accordo con il M5S. L’allenza non si tocca. L’accordo nel centrodestra prevedeva che chi aveva un voto in più “avrebbe avuto l’onere e l’onore di farsi carico di tirare il paese fuori dalle sabbie mobili”. Pertanto sarà lui a candidarsi a premier. “La nostra squadra è pronta. Gli accordi tra amici sono chiari. Quello faremo e farà…”.

Il nuovo leader indiscussi del centrodestra si sta muovendo già in vista dell’incarico di formare il Governo. “Mi incontrerò con tutti, anche con la Boldrini, pur essendo i nostri due universi molto distanti tra loro”. “Ascoltare è un dovere, capire un dovere, valutare la validità di alcune proposte un dovere”.

Lascia un commento