Cisterna di Latina. Carabiniere di 45 anni spara alla moglie e tiene in ostaggio le figlie

Terrore mercoledì mattina in provincia di Latina. Un appuntato dei Carabinieri di Cisterna di Latina ha sparato alle 5 del mattino la moglie sparandole con la pistola d’ordinanza. I due erano in fase di separazione coniugale.

Il militare di 45 anni presta servizio a Velletri. Il Carabiniere si è barricato in casa nel residence “La Collina dei Pini”, dove tiene in ostaggio le due figlie.

L’uomo al termine del servizio è tornato a casa e ha sparato alla donna attingendola con colpi d’arma da fuoco esplosi dalla sua pistola d’ordinanza. Poi ha preso in ostaggio le bambine. A Cisterna si è recato anche il comandante provinciale Gabriele Vitagliano. L’obiettivo ora è mettere al sicuro le due figlie dell’appuntato tenute in ostaggio.

Inizialmente era trapelato che la donna era morta, invece si trova in gravissime condizioni all’ospedale San Camillo.

Lascia un commento