M5s. Salvatore Caiata continua la sua campagna elettorale

“Sono innocente ma mi autosospendo” aveva annunciato Salvatore Caiata. Poi l’imprenditore è tornato sui suoi passo. “Non mi ritiro, sono più tosto di prima”. “Sono totalmente convinto della mia buona volontà, della mia buona fede e della mia innocenza ma non voglio che il M5s abbia alcun danno da questa vicenda perché nulla c’entra. Per questo metto totalmente a disposizione tutta la documentazione che possa servire per chiarire questo attacco che mi viene rivolto e mi autosospendo dal Movimento”. Lo annuncia in un post il candidato M5s Salvatore Caiata.

Poi l’imprenditore ha chiarito che non si ritirerà. “State tranquilli: non mi ritiro, sono più TOSTO di prima!”, scrive su Facebook, utilizzando l’aggettivo “tosto”, un termine da lui spesso usato per commentare le partite del suo Potenza calcio, primo in classifica del girone H della serie D, e alcune fasi di questa campagna elettorale con il Movimento cinque stelle.

“Mi sono trovato coinvolto in questo ciclone mediatico che mi lascia sbalordito, triste, dispiaciuto, furibondo, con chi senza pietà e senza sapere distrugge la vita di una persona che si è sempre comportata per bene” scrive ancora Caiata e si difende. “Sono una persona perbene e mio figlio può essere orgoglioso di suo padre perché ha sempre fatto tutto in modo onesto”. “E’ sicuramente sorprendente la tempestività con cui una notizia vecchia di due anni venga riportata oggi, da tutti i media nazionali, a meno di dieci giorni dal voto” aggiunge il patron del Potenza che conclude. “L’affetto e le dichiarazioni di stima che ho ricevuto da migliaia di persone mi danno la forza per essere più determinato di sempre a voler contribuire al cambiamento di questo Paese”.

Lascia un commento