Come fare per installare un montascale nel 2018

Installare un montascale nel 2018 è in primo luogo una questione di libertà e di civiltà. Abbattere le barriere architettoniche, agevolare la mobilità di chi è diversamente abile, fa parte dei diritti e dei doveri essenziali di tutti. Il benessere di ogni cittadino passa anche dalla possibilità di avere una qualità della vita a livelli normali e di avere garantita la libertà del muoversi senza limitazioni.

Montascale nel 2018

Fortunatamente molto è cambiato rispetto agli anni passati, anche grazie a una politica di incentivi economici e a una sempre maggiore innovazione nel settore, portata avanti dalla ricerca delle aziende che realizzano piattaforme elevatrici e poltroncine montascale per disabili o per anziani. Il progresso tecnologico di questi prodotti consente di avere modelli sempre più innovativi di montascale, sia per interni sia per esterni. Essi rendono la quotidianità della vita più agevole. Si vedono sempre più spesso negli edifici pubblici, nelle aziende, nei condomini e nelle abitazioni private.

I servoscala per anziani o per disabili vantano una notevole semplicità di utilizzo così che ogni modello di montascale si presenta idoneo per chi ha capacità motorie ridotte e necessita di assistenza per muoversi in casa. Le barriere vengono abbattute e così davvero tutti sono autonomi nel movimento.

Montascale: come si installa

Il montascale va scelto innanzitutto in base al contesto, così come spiegano gli stessi costruttori. In base a esso muta, infatti, la tipologia di montascale che è possibile ed è consigliato installare. Installarlo non è affatto difficile soprattutto se si scelgono modelli prodotti da aziende certificate e che vantano un’elevata esperienza nel settore come ad esempio il montascale Ceteco.

Tipologie di impianti

Non c’è luogo dove un montascale non può essere installato. Praticamente si può montare ovunque. Essi si suddividono in due tipologie. C’è l’impianto montascale per le scale dritte. È il tipo d’installazione più veloce e agevole. Questo impianto è idoneo sia per montaggio all’interno sia per essere installato all’esterno. La tecnologia di questo prodotto è piuttosto alta. Essi si distinguono per la notevole silenziosità. Ciò rende questi servoscala inseribili anche in un ambiente domestico interno. L’apparecchio è elettrico, ma in assenza di corrente, continua a funzionare sfruttando un sistema di auto alimentazione a batterie. Questo sistema è pensato per garantire una buona autonomia di durata. Così anche in situazioni di emergenza il montascale non smette di funzionare.

C’è poi l’impianto montascale per scale curve o curvilinee. È un macchinario che è strutturato per garantire sicurezza assoluta e comfort elevato nel corso di tutto il percorso. Questa categoria di montascale consente di affrontare un percorso impegnativo come le scale con più curve ma anche le tante rampe dei condomini. I progettisti li hanno disegnati per occupare il minore spazio possibile. Essi abbracciano letteralmente le rampe delle scale. I montascale per scale curvilinee e curve sono completamente personalizzabili in fase di installazione. È possibile sfruttare diverse opzioni anche sul fronte della motorizzazione per ovviare alle difficoltà derivanti dalle scale curve a chiocciola o dalle scale curve normali, sia per anziani che per disabili. Ad esempio si può presentare la necessità di montascale con velocità di percorrenza piuttosto ridotte.

La guida di ancoraggio: come si installa

Ha una dimensione di 17 cm di profondità. La guida di ancoraggio si può installare agganciandola sia nella parte interna sua in quella esterna della scala. La scelta si fa in base al tipo di scale su cui verrà montato il montascale. Leggendo comunque le guide dei prodotti si ha modo di trovare tutte le specifiche dettagliate con le relative descrizioni. La guida di ancoraggio viene fissata mediante viti e tasselli a elevata resistenza. Esse sono in grado di resistere alle sollecitazioni di ogni genere, anche a quelle più estreme. È una condizione fondamentale per assicurare la sicurezza della persona trasportata. Di norma non serve eliminare la ringhiera originale della propria scala. In alcuni casi essa può però entrare in conflitto con il funzionamento del montascale stesso. In questo caso bisogna intervenire per agevolare l’installazione.

L’installazione: i tempi

Molti pensano che sia un lavoro lungo e laborioso. Invece installare un montascale o servoscala è in generale un’operazione veloce e semplice. I tempi differiscono in base alla tipologia d’impianto che si vuole installare. E anche da fattori preesistenti, in particolare da come sono conformate le scale, dritte, curve o a chiocciola. In edifici moderni e in palazzi ristrutturate i tempi di installazione sono inferiori in media rispetto a palazzi più datati. Il minimo tempo necessario per l’installazione del montascale è di 4 ore. Una volta completata l’installazione si esegue il collaudo. Questo passaggio è fondamentale per verificare che il montaggio è andato a buon fine. È una procedura di verifica che garantisce il massimo in fatto di comfort e di sicurezza.

Come dicevamo in apertura sono disponibili diverse detrazioni nonché vantaggi economici per l’abbattimento delle barriere architettoniche a favore di anziani e di disabili. Grazie anche a questi incentivi è possibile installare un impianto montascale in casa a costi piuttosto contenuti. In pochi minuti, rivolgendosi, ai brand più prestigiosi del settore, è possibile ottenere preventivi gratuiti e consigli per accedere alle agevolazioni previste.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin