Matteo Renzi all’attacco: “L’unico che è impresentabile è Luigi Di Maio”

Matteo Renzi è cosciente che uscirà sconfitto dalle elezioni politiche del 4 marzo. Per evitare la debacle totale deve provare a raggiungere il M5S. E sperare che il centrodestra non sfondi il 40%. L’ipotesi più realistica è quella di riprendere (insieme agli alleati) i grillini. Così da Lastra a Signa oggi l’ex premier attacca i pentastellati. “Ci dicono che abbiamo degli impresentabili. L’unico che è impresentabile è Luigi Di Maio, che non si presenta mai ai confronti televisivi. Loro ogni giorno ce ne hanno uno impresentabile”.

Renzi si appella agli italiani

Renzi cera di convincere gli italiani del voto utile verso il Pd. “Se non vince il Pd, questo non è un problema per il Pd, ma per l’Italia” afferma. Matteo Renzi chiede a tutti di operare per favorire la vittoria del Partito democratico. “Noi abbiamo cancellato la crisi e rilanciato la crescita. Non sciupiamo questa occasione. Questo è il momento della sconfitta o della vittoria”.

Renzi elogia il gruppo

Il segretario dem si autogalvanizza. “In tutti questi giorni se facciamo il nostro non ce n’è per nessuno. Abbiamo le idee migliori, abbiamo la squadra migliore”. “Il messaggio di rifiuto di ogni dittatura e del nazifascismo deve arrivare sempre forte e chiaro. E c’è una battaglia educativa che non deve finire mai. E’ questa la battaglia anche dell’Anpi”.

Lascia un commento