Dopo un week end a Barcellona c’è sempre il desiderio di tornare

barcellona

Fare una vacanza a Barcellona è in cima alla lista dei desideri di tantissimi italiani e non solo che stanno definendo la destinazione per il weekend di Pasqua e le prossime ferie estive. La Catalogna è una meta turistica apprezzata da tutte le fasce d’età, in particolare dai giovani. Del resto le recensioni sono tutte molto positive e i luoghi sensazionali come si può vedere ad esempio su piu-benessere.com, il magazine dedicato ai consigli per vivere meglio.

Barcellona: un week end

Programmare un fine settimana nella capitale catalana non è affatto difficile grazie ad un’ampia offerta di voli low cost messi a disposizione da compagnie aeree che arrivano e partono da Barcellona. La città è bella da vedere in tutte le stagioni dell’anno essendo il suo clima mite. Barcellona è, infatti, adagiata sul Mar Mediterraneo. L’aeroporto di El Prat è molto ben collegato con i diversi quartieri barcellonesi. I servizi di trasporto pubblico sono piuttosto efficienti. Pur non essendo una capitale, Barcellona non ha nulla da invidiare a città come Parigi, Berlino, Londra, Roma o Madrid. La metropoli ha una marcia in più essendo in continuo movimento, in espansione, uno dei luoghi più affascinanti d’Europa, dove convivono passato e presente, si incrociano culture differenti e attrazioni di generi diversi.

Las Ramblas è il cuore di una città cosmopolita e solare, dove colpiscono sia i monumenti a cielo aperto, sia il calore delle persone, sia il buon cibo e sia la musica. I catalani hanno la sardana nel sangue, il ballo di questa terra, che si associa al più noto flamenco. Passeggiare lungo Las Ramblas regala emozioni ai turisti tra artisti di strada, negozi e locali. A Barcellona si vive di giorno e di notte. Il turista viene catturato e chi visita la città ha quasi sempre il desiderio di tornarci.

A Barcellona si mangia bene tra paella con carne e suquet di peix, la botifarra blanca (salsiccia catalana servita con l’uovo) e le immancabili tapas e a colazione i churros. Chi ama l’arte si trova di fronte ad un’offerta museale internazionale. Una delle atttrazioni più interessanti, anche se meno note, è il Gran Teatre del Liceu, il teatro lirico più importante. Impossibile non visitare il Museu Picasso dedicato alla figura dell’artista soprattutto del suo primo periodo sino a quando lasciò Barcellona. Passeggiando si ammirano i monumenti di Gaudì come la Sagrada Familia, l’eterna, maestosa ed imcompiuta cattedrale. La Sacra Famiglia è perennemente in fase di completamento.

I parchi sono tra le attrazioni più interessanti di Barcellona. Parco Guell è zeppo di costruzioni, sculture, ideate dal noto architetto della Catalunya. All’interno del parco c’è la vecchia casa di Gaudì, un museo visitabile. Non meno belle sono le abitazioni gentilizie, molte figlie dell’estro di Gaudì. Casa Battlò prende il nome dal suo proprietario. Qui si ammirano le figure marine. Il colore esterno richiama il corallo. Chi ama il calcio deve assolutamente visitare lo stadio più grande in Europa, il Camp Nou, la casa del pluridecorato Barcellona. Ma Barcellona è molto altro di più. Per iniziare si può trascorrere un fine settimana, poi sicuramente verrà la voglia di tornare.

Lascia un commento