Pietrasanta. Carlo Cinquini ucciso da un pezzo di panettone

Un terribile incidente è costato la vita ad un uomo di 63 anni. Il sessantenne è morto mentre mangiava, soffocato da un pezzo di panettone a Valdicastello. Carlo Cinquini è morto in casa di fronte ai familiari.

La moglie e uno dei due figli che erano lì con lui si sono accorti subito di quello che stava succedendo. Cinquini ha iniziato a stare male, non riusciva a respirare, era diventato cianotico. Hanno provato ad aiutarlo ma la situazione è precipitata.

Inutile l’intervento dei sanitari dal 118 dell’ospedale Versilia e dell’ambulanza della Croce Verde. Quando sono giunti sul posto hanno tentato di tutto per salvarlo. Inutile anche il defibrillatore. Il pensionato è morto a causa di un arresto cardiaco provocato dal boccone che gli ha impedito di respirare.

Carlo Cinquini era nato il 20 febbraio del 1954 e viveva a Valdicastello di Pietrasanta. Una volta constatato il decesso il cadavere è stato portato nella cappellina mortuaria della Croce Verde, a Villa Ciocchetti.

Panettone

Lascia un commento