Antonella Barbieri era realmente guarita dai problemi psichiatrici?

Il dubbio si insinua e diventa atroce. La tragedia di Suzzara si poteva evitare? Attraverso le pagine di QN di apprene che a settembre Antonella Barbieri era stata ricoverata per un mese in una clinica psichiatrica nel Mantovano. Davide Benatti, il suocero della donna, ha spiegato che l’ex modella “aveva manifestato problemi psicologici qualche mese fa, a fine estate. Era stato disposto un Tso“.

Un mese fa, il 9 ottobre, la ragazza carpigiana era tornata nella sua abitazione. “In quel periodo ha avuto colloqui per approfondire la sua situazione. Stava bene” garantisce il suocero. “È stata sottoposta all’ultimo accertamento specialistico quindici-venti giorni fa, quand’è andata dal medico psichiatra: hanno detto che tutto andava bene”. “Con noi non ha mai dato la sensazione di poter arrivare fino a questo punto, altrimenti mio figlio sarebbe intervenuto. E anche nel giorno della tragedia sembrava fosse tutto a posto” ripete il signor Benatti alla giornalista del quotidiano.

In ospedale la trentenne rifiuta le cure. Avrebbe raccontato al pm Maria Rita Pantani quanto accaduto. Mentre i due bambini giocavano, “intorno alle 10, non ce la facevo più e ho deciso di fare quello che ho fatto”. La tragedia si poteva evitare? Cosa è successo realmente? Sono tutti interrogativi a cui dovranno dare risposte gli inquirenti.

Antonella Barbieri

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin